MotoGP, Alex Rins

MotoGP, spagnoli in “quarantena”. Espargarò: “Ultimo allenamento per Andorra”

Gli spagnoli della MotoGP iniziano a fare i conti con la "quarantena" e lanciano l'hashtag #IoStoACasa. Jorge Lorenzo in albergo a Dubai.

14 marzo 2020 - 22:21

Fino ad una settimana fa l’allarme Coronavirus sembrava interessare solo l’Italia. Il Qatar ha eretto un muro contro gli italiani e i giapponesi impedendo la prima gara stagionale della MotoGP. Ma il Covid-19 non ha confini e sta diventando un problema internazionale. Lo stesso Qatar che contava pochissimi casi nel week-end del GP, oggi registra 337 contagiati, 17 nelle ultime 24 ore. Fino a due giorni fa i cittadini spagnoli avevano massima libertà di movimento, oggi si ritrovano ad affrontare un’emergenza nazionale che presto potrebbe assumere contorni simili a quelli italiani.

La penisola iberica conta 6.315 casi, 1.083 in più rispetto a ieri, 193 morti. Ma l’epidemia si sta espandendo a macchia d’olio in Europa e Oltreoceano. Adesso un po’ tutti i piloti della MotoGP stanno intensificando la campagna social #IoRestoACasa. A cominciare dagli spagnoli: dichiarato lo stato d’emergenza in Spagna, il presidente della Generalitat Quim Torra ha annunciato l’isolamento di tutta la Catalogna. E’ la prima comunità autonoma di tutta la Spagna a prendere una tale decisione. Un caso anche ad Andorra.

LA VOCE DEGLI SPAGNOLI

Hanno iniziato Marc Marquez e suo fratello Alex già nella serata di venerdì a lanciare il messaggio. “Seguendo le raccomandazioni e con la situazione attuale ed eccezionale #yomequedoencasa! La responsabilità aiuta sicuramente a rimettere tutti in carreggiata!“, ha commentato il campione di MotoGP. Fa eco Alex Rins nella sua dimora di Andorra: “Vi prego tutti di restare a casa“, scrive il pilota Suzuki. Nel Principato di Andorra si registra un solo caso, quanto basta per consigliare una stretta alla libertà di movimento. Ultimo allenamento in mountain bike per Aleix Espargarò: “Anche se la situazione in Andorra non ha nulla a che fare con la Spagna o l’Italia, il governo ha raccomandato di rimanere a casa da oggi, in modo che tutto rimanga sotto controllo! Mi mancherai in questi giorni cara OMX, a presto! #IoRestoACasa“.

Quarantena forzata anche per il rookie della MotoGP Iker Lecuona: “Seguite i consigli degli esperti e restate a casa, se tutti noi collaboriamo ci vedremo presto!“. E dopo giorni di pazza gioia, anche Jorge Lorenzo si rende conto della gravità della situazione. Dal suo hotel a Dubai commenta: “In questo momento di tempesta, stare a casa (o nella vostra camera d’albergo se siete fuori casa) è l’unico modo per tenersi al sicuro. Informatevi, seguite le regole e torneremo alla normalità“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp barcelona

MotoGP: Sospeso il Gran Premio di Catalunya del 7 giugno

motogp

MotoGP, la tecnica: La sfida logistica delle squadre nel Mondiale

MotoGP, Marc Marquez e suo fratello Alex

MotoGP, Marc Marquez: “Fortunato a non correre in Qatar”