MotoGP Sepang: Qui si sta per 30% del giro con il freno in mano

Un circuito nella giuglia e condizioni meteo limite: ecco curiosità e dati tecnici del 17° round della top class.

27 ottobre 2017 - 8:01

Penultimo round della MotoGP 2017 a Sepang, 70 chilometri dal centro di Kuala Lumpur, in Malesia. E’ uno degli impianti più particolari. Ecco perchè.

– Il tracciato di Sepang è stato disegnato da Hermann Tilke, l’architetto autore della maggior parte dei circuiti sorti negli ultimi 20 anni. Dalla sua matita sono usciti i circuiti di Bahrein, Shanghai, Istanbul, Valencia, Alcañiz, Yas Marina, Korea, Buddh, Austin, Chile, Russia, Thailand e Azerbaijan.

– Con una lunghezza di 5.543 metri, Sepang è il secondo circuito più lungo in calendario dopo Silverstone. E’ un tracciato tecnico e veloce allo stesso tempo, dotato di due lunghi rettilinei in aggiunta a quello dei box che misura 920 metri.

– Sepang è con Montmelò e Motegi uno dei circuiti più critici per l’impianto frenante. Qui i piloti azionano i freni per ben 37 secondi ad ogni giro, che in gara si traduce nel 30% del tempo trascorso a frenare.

– La frenata più violenta avviene alla curva 1, dove si passa da 331 km/h a 67 km/h. I piloti azionano la leva del freno per un tempo di 6 secondi percorrendo una distanza di 289 metri.

– Due degli ultimi GP che si sono svolti a Sepang sono stati corsi in condizioni di pista bagnata, rispettivamente 2012 and 2016.

– In ben 6 curve la velocità di percorrenza è inferiore agli 85 Km/h. Si tratta della pista con il maggior numero di curve così lente, Questo contrasta decisamente con le velocità prossime ai 300Kmh/h che si raggiungono nei due lunghi rettilinei in aggiunta ad altri due punti del tracciato dove si ottengono velocità prossime ai di 250Km/h. Sepang è senza dubbio il tracciato più vario presente in calendario.

– Nel 2012 la gara fu fermata  a causa della grande quantità di pioggia caduta sulla pista quando non aveva ancora oltrepassato i 2/3 della durata. Le condizioni climatiche non migliorarono e fu deciso di non continuare. Nel 2016 la corsa prese il via in ritardo, in quanto si attese un miglioramento delle condizioni meteo.

– Lo scorso anno Andrea Dovizioso vinse il GP della Malesia. In quel weekend riuscì ad ottenere anche pole position e giro più veloce.

– Dal successo su Ducati nel GP della Malesia dello scorso anno, Andrea ha accumulato un totale di 6 vittorie nelle ultime 18 gare, il che significa vincere una gara ogni tre.

– Ducati ha vinto quattro volte a Sepang. In aggiunta alla vittoria di Dovizioso dello scorso anno, ve ne sono due di Stoner nel 2007 e 2009 ed una di Capirossi nel 2005.

– Il record di velocità massima a Sepang è detenuto da una Ducati, che nel 2015 ha raggiunto I 339,6 Km/h.

– Dei cinque titoli mondiale vinti da Lorenzo, due di essi sono stati ottenuti nel GP della Malesia: nel 2007 vinse il suo secondo titolo in 250cc, mentre nel 2010 vinse il primo dei suoi tre titoli in MotoGP.

– Lorenzo ha vinto una sola volta in Malesia nel 2006 quando gareggiava in 250cc. Tuttavia, a partire dal 2010, è riuscito a salire sul podio ogni anno, con 6 podi in MotoGP  per un totale di 9 compresi quelli ottenuti in 125cc e 250cc.

– Nel 2005 Ducati conquistò primo e terzo posto  rispettivamente con Capirossi e Checa, in una gara che vide il pilota spagnolo autore di una spettacolare rimonta.

MotoGP Sepang: Le quote degli scommettitori

MotoGP Sepang: Gli orari delle dirette TV

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso e la bega Yamaha: “Non c’è alternativa”

Fabio Quartararo

MotoGP Misano: “Fabio Quartararo nel 2020 avrà la Yamaha top”

Maverick Vinales

MotoGP, Vinales: “Marquez e Quartararo avevano più trazione”