MotoGP, Pol Espargaro a Brno

MotoGP, scontro Ducati-KTM senza fine: c’era un’altra sanzione per Zarco

Il contatto tra Johann Zarco e Pol Espargarò continua a far discutere il mondo della MotoGP. Il pilota Ducati meritava una seconda sanzione?

12 agosto 2020 - 7:27

Il contatto tra Johann Zarco e Pol Espargarò, avvenuto al 10° giro dell’ultimo round MotoGP a Brno, continua a far discutere. Piloti, fan e addetti ai lavori si dividono tra favorevoli e contrari alla sanzione inflitta dalla Direzione di Gara, con Stoner che si schiera a favore di Zarco e Lorenzo di Espargarò. Ma adesso a fare discutere è la modalità di esecuzione della penalizzazione stessa.

L’alfiere francese del team Ducati Avintia ha dovuto eseguire un Long Lap Penalty, ma ha usato sin troppo astuzia per perdere meno tempo possibile. Il corpo era evidentemente oltre e le gomme hanno sfiorato la linea bianca. Il regolamento della MotoGP (1.19.1) recita così: “Il pilota deve rimanere all’interno delle linee che definiscono il percorso del Long Lap Penalty , se c’è un’infrazione può comportare la ripetizione della sanzione o un’altra penalità decisa dallo Stewards Panel FIM. Il pilota che esegue la Long Lap Penalty è responsabile di lasciare e rientrare in pista seguendo il percorso designato, in modo sicuro senza disturbare o mettere in pericolo gli altri piloti. Le infrazioni saranno severamente penalizzate“.

Scintille tra ex

Pol Espargarò, evidentemente adirato per la caduta che gli ha impedito di dare l’assalto al podio di Brno, ha guardato il video del Long Lap Penalty. “Ci sono circuiti in cui questa penalità è più lunga e si perde più tempo, ma qui era uno scherzo. Ha fatto il giro di penalità, ma non credo lo abbia fatto bene perché il regolamento dice che la moto e il pilota doveva essere dentro la linea bianca e aveva il suo corpo fuori dalla linea. Ovviamente per come l’ha eseguito non ha perso niente. Ha eliminato un pilota dalla gara ed è salito sul podio“.

Se ci sono dubbi sulla prima sanzione inflitta a Johann Zarco, bisogna ammette con chiarezza che ai danni del francese sarebbe dovuta scattare un’altra sanzione. Quando si tratta di questioni tra ex… serve sempre un buon giudice all’altezza della situazione per evitare che le scintille provochino un incendio.

Foto: Instagram @polespargaro

3 commenti

ezio.previter_14953024
11:51, 12 agosto 2020

Gli spagnoli sono fortissimi in questo… quando sono loro a fare le cavolate, va tutto bene, quando sono gli altri, bisogna menare il tolone a vita… Per una volta mi sento di dire che Zarco non ha colpe… Pol è arrivato lungo e volutamente ha cercato di chiudere la porta a Zarco tagliando e cercando la corda in modo secco… Zarco era piegato all’interno cosa poteva fare? Se rallentava o toccava i freni partiva e avrebbe beccato Pol lo stesso.. se danno un’altra penalità a Zarco è l’ennesima prova che la MotoGP è in mano agli spagnoli.. Marquez quanti ne ha fatti cadere o su quanti si è appoggiato puntando volutamente all’interno? Pol abbia l’umiltà di dire “Ho sbagliato”

dinosaur_14861264
7:48, 12 agosto 2020

“con Stoner che si schiera a favore di Zarco e Lorenzo di Espargarò”: quindi è palese che abbia ragione Zarco!

    Ringhietto
    10:51, 12 agosto 2020

    A scimmiottare la F1 si fanno solo danni su danni…Incidente di gara stop, nessuna penalità idiota con percorsini da seguire come durante un esame per la patente, birilli o passaggi in pit lane…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Franco Morbidelli e Ramon Forcada

MotoGP, Forcada: “Morbidelli come Lorenzo, Stoner talento vero”

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, ‘Mack’ Vinales: “Valentino Rossi correrà anche nel 2022”

crutchlow motogp catalunya

MotoGP: Cal Crutchlow, rientro positivo. “Ma il braccio è di nuovo gonfio”