albesiano aprilia motogp

MotoGP, Romano Albesiano: “Obiettivo? Distacco dagli altri azzerato”

Aprilia con ottimismo verso la stagione MotoGP 2021. Romano Albesiano ha fatto il punto su miglioramenti, obiettivi, piloti ed eventuale team satellite.

4 marzo 2021 - 18:22

Si apre il 2021 anche per Aprilia Racing Team Gresini. Sarà l’anno degli importanti passi avanti, del gap annullato rispetto agli altri? Bisogna aspettare il responso della pista, ma certo c’è grande ottimismo nella squadra. Si prosegue il rinnovato progetto iniziato l’anno scorso, consci di avere ancora tanto lavoro di sviluppo da fare. Dopo la presentazione, Romano Albesiano ha tenuto una conferenza online per parlare della nuova stagione, che oltre a novità tecniche vede anche l’arrivo del rookie Lorenzo Savadori.

Test privati positivi 

“Abbiamo provato il nuovo prototipo a Jerez l’anno scorso, poi di nuovo a Jerez poche settimane fa. Entrambi i test sono andati molto bene.” Inizia così il Technical Director Aprilia, mantenendo il più stretto riserbo riguardo ai dettagli. Quel che è certo è che “Abbiamo un programma ricco per quanto riguarda il lavoro di sviluppo, ci sarà tanto da fare.” Qual è il punto più importante su cui lavorare? “Difficile dirlo” ha ammesso Albesiano. “Ci stiamo concentrando sui punti deboli, come l’aerodinamica. Ecco, su questo direi che c’è stato uno sviluppo importante. Ora possiamo usare la configurazione 2020 più qualcosa di nuovo. C’è stato certo un bel miglioramento rispetto all’anno scorso, dobbiamo scegliere durante i test cosa usare per tutta la stagione.”

Peso ridotto, ma non solo 

“Abbiamo ridotto il peso della moto, quindi possiamo giocare un po’ di più coi bilanciamenti. Anche il forcellone posteriore in carbonio ora pesa meno. La sella poi è importante per quanto riguarda il comportamento della moto. Abbiamo sofferto molte volte il chatter in passato, probabilmente abbiamo capito alcuni concetti base per evitare questo problema in futuro.” Si cerca ancora qualcosa di più come guidabilità. “L’anno scorso è andata meglio, sembra siano stati fatti passi avanti. Così come per il motore, simile a quanto abbiamo fatto tra 2019 e 2020. Ad essere sincero non mi dispiacerebbe qualcosa di più in termini di potenza.” Miglioramenti con cui si spera di ridurre sensibilmente lo svantaggio rispetto agli altri. “Già ci siamo avvicinati col progetto 2020, come performance pura eravamo simili alle altre moto.” 

Obiettivi e piloti 

“La teoria ci dice che questa moto è migliorata rispetto all’anno scorso, quindi il gap dovrebbe ridursi ancora. Noi speriamo di riuscire presto ad azzerarlo, ma dobbiamo aspettare il responso della pista.” Obiettivi stagionali? “Dal punto di vista tecnico mi auguro davvero che il distacco sia 0. Poi certo vedremo, in alcune piste potremmo avere un vantaggio ed in altre no. Ma penso che questo sia l’anno in cui possiamo prendere gli altri.” Riguardo la line-up rinnovata a metà, “Aleix può mostrare il potenziale della moto, sarà il nostro metro per capirne il livello. Ha la velocità e la giusta determinazione. Per Lorenzo invece sarà la prima stagione mondiale, ma crediamo nel suo potenziale.”

Team satellite? 

“Il tempo per programmare queste cose è sempre critico” ha ammesso Albesiano. “Ma dovremo comunque parlarne presto. Probabilmente la nostra scadenza in questo senso sarà tra un paio di mesi. Al momento non sono preparato per rispondere, ma certo non possiamo decidere a giugno od a settembre.” Ma l’idea non è tutta da scartare. “Dal punto di vista tecnico sarebbe interessante avere quattro moto in griglia, potremmo beneficiarne. Certo è un impegno anche dal punto di vista organizzativo, ma è possibile.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp austin cota

MotoGP, il circuito di Austin ed i lavori necessari per il GP 2022

MotoGP: arriva la Suzuki GSX-RR del titolo 2020… in miniatura

Jorge Lorenzo MotoGP

Jorge Lorenzo: test con la Porsche GT3, mano tesa a Valentino Rossi