MotoGP 2021

MotoGP, rivoluzione carburante in agguato: team sul piede di guerra

La MotoGP deve fare i conti con l'impatto climatico alla pari degli altri Motorsport. Il carburante sintetico sarà la prossima frontiera e si potrebbe cominciare dalla classe Moto2.

9 ottobre 2021 - 12:15

Il futuro della MotoGP volge verso il carburante ecosostenibile, una strada già seguita in Formula 1 e nel WRC. In Dorna ne parlano già da tempo, ma per la stagione 2022 nessun cambiamento tecnico in vista. Ma i sei costruttori si stanno già preparando per la svolta. “Il mondo sta cambiando verso l’impatto climatico zero“, afferma Takahiro Sumi, project manager di Yamaha. “Come industria, dobbiamo dedicarci agli aspetti delle prestazioni, dell’intrattenimento e dell’ambiente per il futuro. I tempi sono maturi“.

Il parere di Aprilia

Nelle corse automobilistiche F1 ed Endurance i motori ibridi sono ormai utilizzati da anni. La tendenza è chiara e presto anche in MotoGP dovranno adattarsi alle nuove n0rme. “E’ chiaro che siamo nel bel mezzo di una rivoluzione – sottolinea Romano Albesiano, direttore tecnico Aprilia -. Spero che questo influenzi in modo intelligente il Motorsport in futuro“. A patto che non ci sia un innalzamento dei costi. “Potremmo utilizzare carburante ecologico nel nostro motore a combustione interna, senza dover utilizzare strani sistemi elettrici o ibridi. Ciò farebbe salire alle stelle i costi. La situazione sarebbe molto più difficile per tutti“.

Carburanti sintetici

Il prossimo step potrebbe essere il carburante sintetico. Nel WRC già dal prossimo anno useranno un carburante a base di bioetanolo. In F1 dovremo attendere il 2025, successivamente sarà anche la volta della MotoGP. Bisogna procedere gradualmente e servirà il beneplacito di tutte le case costruttrici, ma sarà impossibile rimandare l’appuntamento con il futuro. Un carburante sintetico avrebbe un grande impatto sulle prestazioni e avremme un impatto positivo per la salvaguardia dell’ambiente.

HRC in questo campo potrebbe essere un passo avanti dopo l’esperienza in F1, ma al momento si tratta solo di teoria. Il direttore tecnico della Honda, Takeo Yokoyama, chiede una direzione chiara. “Abbiamo già iniziato i primi colloqui. Il nostro interesse comune è migliorare il Motorsport. Penso che la direzione sia chiara. Ma dobbiamo discutere meglio su come raggiungere questo obiettivo e con quale tecnologia“. I motori Triumph della Moto2 potrebbero essere i primi ad usare carburante sintetico. I costruttori della MotoGP richiedono più tempo per adattare i loro motori al nuovo combustibile.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP focus: le corse in Italia fino al Santa Monica/Misano Circuit

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò finisce ancora nel mirino degli haters

agostini mv agusta

Giacomo Agostini, giro d’onore a Misano con la MV Agusta Superveloce AGO