MotoGP, Massimo Rivola e Aleix Espargaro

MotoGP, Rivola avverte Vinales: “Difficile battere Espargarò”

Maverick Vinales esordisce in sella alla Aprilia RS-GP sul circuito di Misano Adriatico. Dopo il primo podio MotoGP si apre un'altra fase importante per la casa di Noale.

31 agosto 2021 - 7:42

Sono giorni importanti in casa Aprilia. Dopo il primo podio nell’era MotoGP conquistato da Aleix Espargarò al GP di Silverstone, oggi e domani si ritorna in pista. A montare in sella alla RS-GP21 c’è la “sorpresa” Maverick Vinales, che inizierà a studiare il prototipo a cominciare dal capitolo ergonomia. C’è grande entusiasmo sia sul fronte team che da parte del pilota, con l’alfiere di Roses che nella giornata di ieri ha pubblicato un video sui social non appena ha approcciato con la nuova moto. D’altronde è stato tra i primi a complimentarsi su Instagram con Aleix Espargarò dopo il podio: “Grande Aleix! Grande Aprilia! Congratulazioni!“. La speranza è che i due connazionali possano ritrovarsi nello stesso box già ad Aragon. Una decisione che verrà presa solo dopo il test a San Marino.

Nuova fase in casa Aprilia

Primo podio dopo sette stagioni dal rientro in MotoGP, l’ultimo risale a 21 anni con Jeremy McWilliams, 3° al GP di Gran Bretagna (a Donington). Il direttore tecnico Romano Albesiano sapeva che la strada non sarebbe stata facile. Poi con l’arrivo di Massimo Rivola tutto è andato velocizzandosi. “È stato necessario rifondare un reparto corse che le dimensioni della Superbike non rendevano sufficiente – racconta Albesiano a ‘La Gazzetta dello Sport -. E adesso, finalmente, unendo forze storiche a quelle nuove, abbiamo trovato la strada, anche se forse potevamo fare un po’ prima“. E’ solo l’inizio per la Casa di Noale, che punta su Maverick Vinales per scrivere altre pagine di storia.

A Misano Adriatico Maverick Vinales girerà con il prototipo veneto. Aver chiuso ogni rapporto con Yamaha gli consente di pianificare la stagione MotoGP 2022 con largo anticipo. “Sono curiosissimo di vederlo, per me Maverick è uno dei talenti più puri – ha sottolineato Massimo Rivola -. Però in questo momento battere Aleix sull’Aprilia è molto difficile… lui non avrà vita facile. Servirà tempo, ma di sicuro l’epilogo della sua storia con la Yamaha per noi è stato un bel regalo di Natale, con la possibilità di fargli fare più test possibili e magari qualche gara in ottica 2022“. Il pilota di Roses ha sempre guidato moto con motori quattro cilindri in linea. Passare ad un V4 richiederà una fase di adattamento. “Ma il gran talento potrebbe permettergli di ridurre un po’ i tempi“.

GP San Marino e Riviera Rimini Biglietti qui

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mir motogp misano test

MotoGP, Suzuki sul motore 2022: “Non una rivoluzione, uno sviluppo”

marc marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez, primo contatto con la nuova Honda RC-V

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Test MotoGP, Valentino Rossi cambia programma. ‘Dovi’ più aggressivo