razali stigefelt petronas srt

Razlan Razali (Petronas SRT): “Yamaha contenta del nostro lavoro”

Petronas Yamaha SRT ha decisamente sorpreso tutti all'esordio in MotoGP. Il boss Razali: "Annata da sogno, portato una boccata d'aria fresca nel paddock."

10 dicembre 2019 - 17:54

La rivelazione 2019 in MotoGP è stata senza dubbio Petronas Yamaha SRT. Il nuovo team satellite della casa dei tre diapason si presentava per la prima volta ai nastri di partenza della categoria regina. L’impatto è stato decisamente inaspettato, anche per quanto fatto dai piloti, in particolare Fabio Quartararo. La stagione si è chiusa con i titoli di miglior team indipendente, rookie dell’anno e miglior pilota indipendente (per il francese). Una squadra, capitanata da Razlan Razali e Johan Stigefelt, che si prepara a dare filo da torcere anche nel 2020, forte di un anno di esperienza già da protagonisti.

“Se qualcuno ci avesse parlato di questi risultati all’inizio dell’anno, non ci avrei mai creduto” ha ammesso il Team Principal Razlan Razali. “I nostri piloti sono stati grandi, soprattutto Fabio. Chiudiamo una stagione da sogno.” Non solo però a livello di performance in pista. “Le persone hanno subito detto che siamo una squadra molto alla mano, amichevole. Non sembrava nemmeno che fossimo all’esordio nella categoria MotoGP. Ci siamo presentati molto bene, abbiamo portato una boccata d’aria fresca nel paddock.” Sulla collaborazione con Yamaha, “Abbiamo ricevuto un grande supporto dalla fabbrica. Sono contenti del nostro lavoro e stiamo dando una mano per sviluppare la moto del 2020.”

“Siamo andati ben oltre le nostre più rosee aspettative” ha aggiunto il Team Director Johan Stigefelt. “Un aspetto importante è sicuramente riuscire a tenere tutti uniti. Serve essere un capo, ma anche un amico. In questo modo si crea un bell’ambiente sul luogo di lavoro, necessario visto che siamo a contatto di gomito per lungo tempo.” Essendo la novità dell’anno, l’attenzione mediatica non è mancata. “In MotoGP c’è tanta più pressione. È stata un po’ una sorpresa vedere quante persone si interessavano a noi.” Dopo quanto ottenuto nel 2019, avranno addosso ancora maggiore attenzione. “Abbiamo chiuso una stagione memorabile. L’asticella ora si alza notevolmente, ma siamo pronti per questa nuova sfida.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

rins motogp

MotoGP: Alex Rins, finalmente il podio! Con ‘saluto’ e dedica a Luis Salom

marini moto2

Moto2, Luca Marini vince ancora: “Lowes molto veloce, poi la gomma è calata…”

MotoGP, Fabio Quartararo in Catalunya

MotoGP, Fabio Quartararo in stile Gomorra: “La mia vittoria più bella”