motogp quartararo zarco

MotoGP: Quartararo-Zarco, la Francia sogna il primo iride in classe regina

Fabio Quartararo e Johann Zarco, duo francese al comando. Una situazione mai vista in classe regina, gli iridati francesi ci sono stati solo in altre categorie.

30 giugno 2021 - 18:45

Ora la MotoGP è ufficialmente in vacanza fino ai primi di agosto, è tempo di bilanci. Yamaha, seppur con un bilancio complessivo non proprio soddisfacente, sorride parecchio con Fabio Quartararo, al comando con margine in classifica iridata. Stesso discorso in casa Ducati, che però ha nell’alfiere Pramac Johann Zarco il suo attuale punto di riferimento, visto che è 2° in classifica generale. Tra il 22enne di Nizza ed il 31enne di Cannes però la Francia sorride e sogna molto in grande. Sì perché i transalpini di campioni del mondo ne hanno, ma nessuno in classe regina, nemmeno all’epoca della 500cc!

Le altre categorie: F-750, 250cc

Per trovare il primo campione francese dobbiamo risalire al tramonto degli anni ’70 ed andare in una serie durata appena tre stagioni, ovvero la Formula 750. Parliamo di un campionato internazionale ideato e omologato dalla FIM per le derivate di serie di cilindrata inferiore a 750 cm³. L’ultima stagione di questo campionato vede vincitore Patrick Pons, classe 1952, vincitore nel 1979 (l’anno dopo morirà in un incidente in gara nel GP 500cc di Gran Bretagna). Andiamo avanti di qualche anno e nel 1982 troviamo il primo iridato in 250cc: si tratta di Jean Louis Tournadre, uno dei campioni del mondo con una sola vittoria in gara (oltre ad essere l’unica in carriera nel Motomondiale). Con una carriera condizionata pesantemente da vari infortuni. Passano appena due anni ed ecco il secondo re della ottavo di litro: stiamo parlando di Christian Sarron, che con tre vittorie ed altri cinque podi vive il suo unico anno di gloria, in quella che è la sua ultima stagione nella categoria. Per trovare un altro campione nella defunta 250cc dobbiamo andare al 2000: Olivier Jacque ferma la sequenza a sei iridi italiani consecutivi con due vittorie, altri otto podi, quattro quarti posti ed un solo ritiro. Sarà il suo unico mondiale in carriera.

Sidecar, Thunderbike Trophy, 125cc

Dobbiamo tornare agli anni ’90, visto che cambiamo classe. Precisamente passiamo ad un periodo in cui i sidecar erano ancora parte del Motomondiale. È il 1990 quando la Francia festeggia quello che sarà il suo unico campione del mondo di categoria: Alain Michel (con copilota il britannico Birchall) conquista il suo unico iride con cinque vittorie ed altri quattro podi. Inseriamo anche la ‘classe della discordia’, Thunderbike Trophy: nell’ultima delle due stagioni disputate trionfa William Costes con tre vittorie ed altri tre podi. Passiamo poi alla 125cc, in cui la Francia vanta due campioni: il primo è Arnaud Vincent, che nel 2002 realizza una stagione memorabile con cinque successi ed altri cinque podi che gli valgono l’iride. Waranno anche le sue ultime top 3 mondiali. Nel 2008 invece brilla Mike Di Meglio, autore della sua miglior stagione di sempre, nonché l’ultima di categoria. Quattro vittorie, altri cinque podi, costantemente in top ten (tolto un unico ritiro) ed ecco che arriva il suo unico mondiale in carriera.

L’unico doppio re della Moto2

Chiudiamo la nostra carrellata con il più recente campione del mondo. L’unico francese a vincere due titoli mondiali, l’unico ad assicurarsi due iridi nella nuova classe intermedia. Stiamo parlando di Johann Zarco, re indiscusso in Moto2 nel biennio 2015-2016. Nella prima stagione vince il campionato con ben 118 punti di margine sul secondo classificato, ridotti a 42 nell’annata seguente. Proprio lui ora ha messo a referto una prima parte di Mondiale MotoGP 2021 davvero notevole, che gli vale il secondo posto provvisorio in classifica generale. A 34 punti di ritardo dal connazionale Fabio Quartararo, che dopo il doppio titolo nel CEV Moto3 non ha brillato nelle classi minori del Motomondiale. Ma si sta facendo decisamente vedere in MotoGP, a capo di un duo francese intenzionato a dire la sua nella stagione 2021. Una tendenza che durerà nella seconda parte di stagione? Intanto la Francia ci spera.

Foto: motogp.com

1 commento

Max75BA
22:29, 30 giugno 2021

In questo momento tra i primi 10 piloti in classifica solo i due francesi possono essere veramente soddisfatti e fiduciosi per la seconda parte di stagione, bravissimi.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”