quartararo vinales yamaha motogp

MotoGP, Quartararo-Viñales per interrompere il digiuno decennale Yamaha

Quartararo arriva al Sachsenring da leader MotoGP, Viñales cerca il passo avanti. Precedenti Yamaha che ci parlano di tanti podi, ma la vittoria manca dal 2009.

16 giugno 2021 - 17:18

È certo un buon momento per Yamaha, che arriva alla tappa del Sachsenring con Fabio Quartararo leader iridato dopo sette GP. Nonostante il ‘caso tuta’ che al Montmeló gli è costato qualche posizione in gara e qualche punto in classifica generale. Le Ducati incombono, ma il pilota francese mantiene saldamente il comando e chiaramente sarà l’osservato speciale. Anche se i precedenti ci dicono che non è un circuito a lui favorevole (tre zeri, 9° e 13° nelle 5 edizioni disputate). Dall’altra parte del box c’è Maverick Viñales (due podi in Moto3 ed altri due in MotoGP), che sta creando la giusta sintonia col nuovo capotecnico Galbusera e vuole dimostrarlo presto. Ma soprattutto la casa dei tre diapason cercherà di ritrovare una vittoria che manca da oltre un decennio sulla pista tedesca…

Le vittorie 

In passato infatti Yamaha ha conquistato alcuni successi sul tracciato del Sachsenring. A partire dal 2001, quando ci pensa Max Biaggi a portare la vittoria alla casa dei tre diapason, oltre ad aprire una tripletta sul podio completata da Carlos Checa e Shin’ya Nakano. Con il Corsaro anche autore della pole e l’alfiere giapponese che ha messo a referto il giro veloce. A referto l’anno dopo un 2° posto da parte di Biaggi, mentre dobbiamo attendere poi il 2005 per rivedere una Yamaha in alto, quella guidata da Valentino Rossi. Il campione di Tavullia poi metterà il suo sigillo anche nel 2006 e nel 2009, anno in cui il costruttore di Iwata conquista l’ultima vittoria. Anzi, quella volta è stata doppietta con Jorge Lorenzo.

Gli altri podi

Da quella stagione in avanti il gradino più alto del podio è stato un’esclusiva Honda con Pedrosa prima e Márquez poi. Anche se non è mancato qualche piazzamento sul podio, oltre a quelli già citati: Jorge Lorenzo è 2° nel triennio 2010-2012, in quest’ultimo anno si aggiunge anche Andrea Dovizioso 3°. Anche nel 2013 non mancano due Yamaha sul podio, guidate da Cal Crutchlow e da Valentino Rossi, ma sempre dietro al vincitore Márquez. L’anno dopo a referto il 3° posto del maiorchino, segue lo stesso piazzamento ma del Dottore. È Jonas Folger a riportare Yamaha sul podio nel 2017, 2° nel GP di casa, mentre nelle ultime due edizioni abbiamo l’accoppiata Rossi-Viñales ed infine il solo ex iridato Moto3 in top 3.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

Foto: motogp.com

1 commento

FRA 1988
18:50, 16 giugno 2021

Oggi è il compleanno di Ago e va celebrato come icona Yamaha. 1 titolo da pilota(1974) e 3 titoli con Lawson come manager fanno parte della leggenda. W AGO

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: una sola speranza per il ritorno

MotoGP, Zeelenberg-Razali-Stigefelt

MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli “rimandati” al II semestre

Superbike, Jonathan Rea ad Assen

Superbike, Jonathan Rea apre al sogno MotoGP: “Mai dire mai”