MotoGP: qualche novità sul regolamento dei test 2010

I piloti titolari proveranno soltanto a Jerez e Brno

8 gennaio 2010 - 12:15

La FIM, Federazione Motociclistica Internazionale, ha svelato ulteriori dettagli in merito al regolamento sportivo 2010 della classe MotoGP. In particolare viene fatta attenzione sul programma dei test, definito e ancor più ridotto rispetto al passato per i piloti “titolari” delle squadre, regolarmente iscritti al campionato.

Questi piloti non potranno provare nel corso della stagione in nessun circuito, fatta eccezione a Jerez e Brno, unici circuiti dove ci saranno i test “Post GP” il lunedì dopo la disputa delle gare del Motomondiale. Confermati i test a novembre anche a Valencia, mentre resta da definire il programma delle prove invernali per le prossime stagioni.

Complessivamente vi saranno un massimo di 6 giorni di prove a disposizione nei circuiti ospitanti di un Gran Premio, organizzate da Dorna e IRTA, inclusi quelli del calendario della stagione passata (2009) e futura (2011). Rimane “l’embargo” dei test tra il 1 dicembre di un anno ed il 31 gennaio dell’anno seguente, fatta eccezione per i piloti debuttanti della categoria.

Come successo quest’anno, i “Rookies” potranno provare nei mesi di novembre e dicembre per un massimo di tre giorni, sfruttati nel 2009 da Bautista (Estoril), Barbera (Jerez), Simoncelli e Aoyama (Sepang).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

corsi moto2

Moto2, Brno: Simone Corsi KO per frattura di un dito del piede

espargaro motogp

MotoGP, Brno: Pol Espargaró precede le Yamaha nel warm up

MotoGP, Aleix Espargaro a Brno

MotoGP Brno, Aleix Espargarò: “Dimenticare il disastro di Jerez”