MotoGP: Problema caschi, piloti cambiano marchio in Catalunya

Alcuni marchi di caschi non hanno ricevuto l'omologazione da parte della FIM. I piloti costretti a rivolgersi ai 'concorrenti' per la tappa catalana.

14 giugno 2019 - 16:06

Nel corso della settimana è spuntato un problema non da poco, vale a dire l’omologazione dei caschi dei piloti delle tre categorie. Alcuni marchi infatti non hanno ricevuto l’omologazione da parte della FIM. Un dettaglio non da poco per alcuni piloti, che in questa occasione si sono dovuti rivolgere a brand ‘rivali’.

Ne sono un esempio Andrea Dovizioso e Francesco Bagnaia (normalmente con caschi Suomy) e Aleix Espargaró (che utilizza KYT). Questi tre piloti si sono visti costretti a rinunciare ai propri marchi ed a rivolgersi a Shoei e Shark, tra i brand che hanno ottenuto l’omologazione. Gli altri marchi omologati sono AGV, Airoh, Arai, Bell, HJC, Kabuto, LS2, MT, X-lite/Nolan, Skorpion, mentre assieme a Suomy e KYT non è presente nemmeno NHK.

Le nuove regole per ottenere l’omologazione sono state rese note circa un anno fa, ma sono diventate effettive solo dalla settimana scorsa. I caschi sono stati mandati ad un laboratorio specializzato nell’Università di Zaragoza per sottoporli a tutti i test del caso, valutandone la sicurezza. Come detto, non tutti hanno ricevuto l’omologazione, portando a questa situazione “d’emergenza” nel Motomondiale per la tappa catalana.

La lista dei caschi omologati

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi ad Aragon

Valentino Rossi boccia Tsuji: “Il cambio migliorerà lo sviluppo della moto”

Jorge Lorenzo

MotoGP: Jorge Lorenzo-Honda è un calvario, ma chi molla paga

Marc Marquez ad Aragon

MotoGP, Marc Marquez: “La caduta? Un rischio che dovevo prendere”