suzuki motogp

MotoGP: Presentazioni a marzo per Petronas Yamaha SRT e Team Suzuki

Petronas Yamaha SRT con Rossi e Morbidelli si presentano l'1 marzo, Suzuki con Mir e Rins il 6 del mese. Comunicate le date degli eventi online.

19 febbraio 2021 - 12:50

Abbiamo anche le date di presentazione di altre due squadre MotoGP. Il Team Suzuki Ecstar e Petronas Yamaha SRT infatti hanno comunicato i rispettivi eventi per dare il via alla nuova stagione. Entrambi avranno luogo nei primi giorni di marzo, a precedere l’inizio dei test ufficiali in Qatar. Vediamo nel dettaglio.

Il team satellite Yamaha si prepara alla nuova stagione MotoGP con Valentino Rossi e Franco Morbidelli. Avremo quindi il primo evento ufficiale della rinnovata coppia in Petronas SRT: l’evento andrà online a partire dalle 10:30, visibile su motogp.com e sul canale YouTube della struttura malese.

Per la squadra di Joan Mir ed Alex Rins, la presentazione avrà luogo il 6 marzo alle 10:00 ora italiana. Tutto sarà chiaramente trasmesso via streaming: chi volesse seguire la diretta dovrà collegarsi sul sito della squadra, sul canale YouTube, su motogp.com e sul canale YouTube di Suzuki Racing News.

Le date delle presentazioni MotoGP

Esponsorama Racing: venerdì 5 febbraio
Ducati Team: martedì 9 febbraio
KTM Factory-KTM Tech 3: venerdì 12 febbraio
Monster Energy Yamaha: lunedì 15 febbraio
LCR Honda: 19 febbraio ore 12:00 (Alex Márquez), 20 febbraio ore 10:00 (Takaaki Nakagami)
Repsol Honda: lunedì 22 febbraio, ore 12:00
Pramac Racing: giovedì 25 febbraio, ore 16:00
Petronas Yamaha SRT: lunedì 1 marzo, ore 10:30
Team Suzuki Ecstar: sabato 6 marzo, ore 10:00
Aprilia Racing Team Gresini: da confermare

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aprilia: obiettivo podio e convincere Andrea Dovizioso

miguel oliveira motogp

MotoGP, attenti ad Oliveira: “Credo di avere un ritmo interessante”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi punta Michelin: “Fino al 2018 ero competitivo”