MotoGP Portimao, Prove 3: Brilla Jack Miller, Mir e Morbidelli in Q1

Jack Miller stampa il miglior crono dei due giorni, a precedere Miguel Oliveira ed un acciaccato Alex Rins. In Q1 tra gli altri Mir, Morbidelli, Rossi.

21 novembre 2020 - 11:52

Una Ducati comanda la terza sessione di prove libere. Stavolta è Jack Miller, che piazza la zampata decisiva allo scadere per prendersi la testa della classifica, superando Miguel Oliveira ed Alex Rins. Quest’ultimo protagonista di un momento curioso sul finale: la moto si ferma, cerca “l’autostop” ma senza successo, per poi tornare a piedi al box. Non mancano le sorprese: il neo campione MotoGP Joan Mir e Franco Morbidelli, per citarne un paio, dovranno disputare il primo turno di qualifiche… Sessioni cronometrate al via alle 14:10.

Turno come sempre fondamentale per decidere la top ten che accederà direttamente alla Q2. Ricordiamo, al comando dopo la prima giornata c’è Zarco, tra gli esclusi inizialmente troviamo il pilota di casa Oliveira, Rins, Petrucci, Rossi. Si comincia con Bradl e Nakagami in bella evidenza, ma non sono da meno anche le Yamaha, le Ducati, insomma tutta la griglia. Si provano anche le gomme: come confermato anche da Taramasso, le simpatie dei piloti vanno alla hard asimmetrica, con cui hanno girato in parecchi.

Sul finale però ecco comparire la prevalenza di morbide, a caccia del miglior piazzamento possibile in vista delle qualifiche. Non manca un bel rischio per Pol Espargaró, mentre Oliveira si porta provvisoriamente davanti. Ma Rins fa ancora meglio (con la famosa spalla nuovamente dolorante dopo l’incidente di venerdì). Alla fine però ecco Jack Miller, che mette tutti in riga in queste FP3.

La classifica FP3 

La classifica combinata

Foto: Dorna Sports

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Zeelenberg: retroscena tecnici sulla M1 di Morbidelli

espargaro aprilia motogp

MotoGP: Aleix Espargaró ed il sogno del primo podio per Aprilia

MotoGP, Valentino Rossi con il team Petronas SRT

MotoGP, Capirex: “A Valentino Rossi bisogna strappare la licenza”