pol espargaro motogp

MotoGP, Pol Espargaró: “Non sono certo uno che si arrende”

Pol Espargaró carico in vista del ritorno della MotoGP a Silverstone. Stessa mentalità e grinta di sempre, determinato a giocarsi le sue carte.

26 agosto 2021 - 17:04

Certo si sta rivelando una stagione MotoGP ben diversa da quella che si aspettava. Pol Espargaró non ha nascosto la delusione anche dopo l’ultimo GP in Austria, ma ora è pronto a ripartire con rinnovata energia. Il pilota Repsol Honda si allinea agli altri per quanto riguarda le problematiche della RC213V, ma è costantemente determinato a trovare la quadra, provando a dare una svolta anche a questo 2021. Guarda con ottimismo alla tappa a Silverstone, con la speranza che le basse temperature possano limitare qualche difficoltà della moto.

“Quello che è successo l’ultima volta fa parte del passato” ha sottolineato il pilota catalano. “Ora ho la stessa grinta della prima volta che sono salito in sella alla Honda, pronto per questo fine settimana.” Senza pensare ad eventuali ‘miracoli’, ma sempre determinato a dare il massimo. “Non ci aspettiamo un risultato nettamente migliore, visto che il pacchetto è sempre lo stesso” ha infatti dichiarato. “Ma la mentalità non è cambiata. Cercherò di essere la top Honda, migliorando ogni volta e questa è un’altra buona opportunità. È fresco e ventoso, si sentono poi un po’ di buche sulla superficie del tracciato: tutte cose che mi piacciono.”

Con la speranza di risolvere uno dei problemi evidenziati costantemente finora. “Ci aspettiamo un miglior livello di grip” ha rimarcato ‘Polyccio’. “Vedremo quali saranno le nostre carte e cercheremo di usarle al meglio.” Ma certo il pensiero va ancora al doppio round austriaco. “Ero piuttosto deluso, ho fatto tanta fatica ed è risultati non sono stati buoni, anche sul bagnato, condizioni nelle quali di solito non vado male. Abbiamo sbagliato strategia nel primo GP, poi le gomme alla ripartenza. Parte del processo di apprendimento con la squadra.” Rimarcando anche che “Non sono certo uno che si arrende. Quando risolveremo i problemi il feeling migliorerà.” 

Di sicuro è un’altra stagione complessa per Honda in generale, di conseguenza anche per tutti i piloti. “Quando una moto funziona bene è più facile adattarsi. Dico un’ovvietà, ma è così” ha dichiarato l’alfiere HRC. Aggiungendo che “È più complicato adattarsi ad un problema, trovare il modo giusto di esprimere un certo stile di guida. Al momento accuso varie difficoltà a livello di grip: io sono un pilota che lo cerca molto per muovermi poi come voglio in sella, ora non ci riesco.” Sottolineando anche che “Ci sono delle limitazioni, non possiamo cambiare il motore, quindi dobbiamo basarci su quello che abbiamo. Se non riesco ad essere abbastanza veloce non ci sono scuse.”

Massaggio Capitale, relax a Roma

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Test MotoGP, Valentino Rossi cambia programma. ‘Dovi’ più aggressivo

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Da Dovizioso aspettiamo info su Ducati”

iker lecuona motogp

MotoGP, Iker Lecuona: “Devo mantenere lo stesso spirito di sempre”