MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò: “In Qatar Marc Marquez ci sarà”

Pol Espargarò ha cominciato a prendere confidenza con la Honda RC-V nei test MotoGP in Qatar. E su Marc Marquez rivela: "Sarà al primo o secondo GP".

14 marzo 2021 - 8:51

Pol Espargarò ha stupito tutti nella sua prima esperienza stagionale con la Honda. Chiude 10° nella classifica combinata dei test MotoGP, ma non è questo a stupire. Bensì la facilità con cui ha saputo adattarsi ad una RC213V mai facile per nessuno, a meno che non ti chiami Marc Marquez. Certamente pochi i quattro giorni a disposizione per provare il prototipo. Non è riuscito a compiere una simulazione di gara né un time attack, la tempesta di sabbia ha scombussolato i piani oltre alle condizioni dell’International Circuit di Losail. “L’emergenza Covid porta certe conseguenze“, ha commentato il catalano, che venerdì ha accettato la prima dose del vaccino.

Tutto pronto (o quasi) per il via

Nel box Repsol Honda c’è fermento dopo i test IRTA per sapere se e quando tornerà Marc. Venerdì ha svolto una prima giornata in pista con una pit-bike. Il suo ritorno sarà fondamentale anche per la crescita di Pol Espargarò che potrà esaminare la sua telemetria. “Non sarebbe una sorpresa se corresse in Qatar“, ha dichiarato l’ex KTM. “Non so se alla prima o alla seconda gara. Solo lui lo sa, deve ascoltare il suo corpo. Aspettiamo tutti il ​​suo ritorno al più presto“. Nel primo GP di questa stagione MotoGP probabilmente toccherà a lui tenere alti i colori del Repsol Honda Team. “Solo in gara saprò a che livello sono. Il ritmo era simile a quello di altri piloti di spicco, ma qui le condizioni sono molto mutevoli“.

Nella preseason non ha avuto modo di provare la nuova aerodinamica. La priorità è prendere confidenza con l’avantreno più difficile da domare fra i prototipi MotoGP. Ma una volta instaurato un buon feeling può dare una marcia in più. “Non è questione di grip o no. Ci sono tante cose. Anche con due weekend di gara qui non potrò dire di conoscere questa moto. Siamo lontani dal capirla. Ci sono più circuiti e giornate“. Eppure Alex Rins, Jack Miller, l’ex pilota Jorge Lorenzo e molti altri lo indicano come probabile sorpresa del 2021… “Non sono io a predire se sarò una sorpresa o no. Lavorerò per cercare di essere campione, è l’obiettivo, anche se non partiremo con la miglior preparazione“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pecco bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Zarco un riferimento nell’ultimo settore”

marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez: “Che sorpresa il 6° posto, mi vedevo lento!”

Moto2 GP Portimao, Prove 2: Joe Roberts si conferma, 5° Bezzecchi