MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Yamaha? No grazie. Voglio una Ducati ufficiale”

Pecco Bagnaia domenica parteciperà alla gara di MotoGP Esport. Per il futuro vuole puntare al team ufficiale: "Yamaha? Bella idea, ma preferisco Ducati".

26 marzo 2020 - 9:34

Pecco Bagnaia in quarantena come tutti gli altri piloti della MotoGP, ma che peccato…! Proprio quest’anno che avrebbe avuto a disposizione una Ducati factory per dimostrare tutto il suo vero valore. Nella migliore ipotesi assisteremo ad una stagione ridotta che potrebbe prendere il via non prima di giugno. Molto dipenderà non solo dall’epidemia di Coronavirus in Italia, ma anche negli altri Paesi.

Giorni fa ha lanciato una raccolta fondi per l’ospedale Molinette di Torino, per il resto le giornate trascorrono fra allenamenti in casa e sfide alla Play. Domenica sarà tra i dieci partecipanti al GP del Mugello virtuale organizzato da Dorna. Giusto per non dimenticare che la MotoGP è viva e attende solo il semaforo verde. “Siamo tutti uniti in questa situazione, dobbiamo solo stare a casa e cercare di passare il tempo nel miglior modo possibile“. Una situazione troppo incerta per pensare alla GP20, sebbene sia duro starle lontano dopo i test invernali. “Penso che mi mancherà per tanto tempo, è questo che temo – ha detto a Sky Sport MotoGP -, ma bisogna adeguarsi“.

I DATI E IL FUTURO

Doveva essere l’anno dell’exploit in classe regina, dopo una stagione 2019 costellata di inesperienze ed errori. Per un pilota che fa della percorrenza in curva il suo piatto forte è difficile adattarsi ad un prototipo che non può sfruttare questa caratteristica. “Stiamo cercando di conciliare i miei punti di forza con quelli della Ducati, che sono la percorrenza con la staccata e la trazione in uscita dalle curve. Lorenzo, nel momento in cui è riuscito a capirlo, ha fatto degli enormi passi in avanti e ha vinto due gare“. Pecco Bagnaia ha provato anche a studiare i dati di Jorge, soprattutto in staccata. “Ultimamente guardo i dati di Dovizioso, Petrucci e Miller“.

L’obiettivo per il 2021 è puntare al team Ducati ufficiale. Dalla sua parte ha l’età, anche se la richiesta è molto ambiziosa. Qualche sirena del mercato potrebbe risuonare dal fronte Yamaha, ma Pecco ha sposato il progetto Ducati ancor prima di divenire campione Moto2. “Io ho voluto Ducati, perché era quello che volevo, però non mi sembrerebbe giusto per nessuno mollare questa sfida. Loro hanno investito molto in me, io ho creduto a loro ed è qualcosa che dobbiamo portare avanti insieme“. Il 2021 potrebbe essere una stagione senza il maestro Valentino Rossi… “Penso che un paddock senza Vale sarà strano, io non l’ho mai visto perché lui c’è sempre stato…“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Alex Marquez

MotoGP, Alex e Marc Marquez vicini ad un nuovo focolaio: HRC in allerta

rabat motogp

MotoGP, Tito Rabat: “Johann Zarco lotta solo in pista, non fuori”

Sete Gibernau

Sete Gibernau: “Valentino Rossi genera odio sui suoi avversari”