pecco bagnaia motogp

MotoGP: Pecco Bagnaia, podio e leadership nella “giornata di Jack”

Pecco Bagnaia lascia Jerez con il 3° podio in 4 GP e la leadership MotoGP. Una gara conservativa all'inizio, per poi risalire. "Dobbiamo essere contenti, era una pista ostica."

2 maggio 2021 - 18:30

Nella giornata trionfale di Jack Miller, Francesco Bagnaia impreziosisce la domenica a Jerez completando una splendida doppietta Ducati. Non è mancato un momento emozionante assieme al compagno di box, che ha subito abbracciato al parco chiuso dopo i primi complimenti nel giro d’onore. Primi giri un po’ complicati, poi una gara tattica per evitare di consumare troppo le gomme all’inizio ed arrivare alla fine in una situazione migliore. Non gli è riuscito il tentativo di ricucire su Miller, ma certo non ha di che lamentarsi: “Oggi era la giornata di Jack.”

“È stata veramente dura” ha dichiarato a gara conclusa. “Sapevo che il ritmo che stavano tenendo davanti era abbastanza al limite, e stavo cercando di tenermi del margine per non consumare troppo le gomme. Ho iniziato a spingere quando ho visto che tutto era a posto.” Sceso di qualche posizione nelle prime tornate dopo l’ottima partenza, inizia poi a risalire. Portandosi infine dietro al compagno di squadra. “Negli ultimi giri ho cercato in ogni modo di prendere Jack. Ma evidentemente oggi doveva andare così, doveva vincere lui.” Arriva una bella doppietta rossa, anche se ammette che “Mi sarebbe piaciuto vincere visto il duro weekend che abbiamo passato. Sapevo però che avremmo fatto una bella gara e non avremmo mollato dopo i primi giri, anche se sono stati complicati.”

“Nella prima fase di gara ho pensato a non consumare la gomma perché avevo paura che a metà gara finisse” ha aggiunto. “Sono partito più con calma e dopo ho iniziato a spingere, alla fine è stata la strategia giusta. Sicuramente però non mi ha permesso di lottare con Jack, che invece ha spinto fin da subito ed è riuscito a rimanere costante.” Sul finale non è mancato qualche problema. “Ho sentito il davanti davvero al limite. Riuscivo a fare il tempo soprattutto in staccata e non ce la faceva più, così ho rallentato negli ultimi due giri e ho cercato di rischiare il meno possibile. Eravamo davvero al limite, oggi faceva più caldo. Ma se le gare vanno tutte così sono contento! Questa era una pista molto ostica, dobbiamo essere più che felici.”

Foto: Ducati Corse

2 commenti

walterguzzi
19:39, 2 maggio 2021

se non vedeva il braccio a Quartararo anche oggi facevano secondo, comunque un po di fortuna ci vuole e poi con tutte le moto che hanno in griglia qualcuno arriva sempre davanti

    makiland
    11:58, 3 maggio 2021

    Tante moto, ne vogliono addirittura 8 … ma il talento di Pecco, per il futuro e la bravura di JM che NON è un campione, ma piuttosto un “rapinatore commosso” …
    quando c’è l’ occasione coglila … Hanno creato questa classifica inaspettata. La vera gioia di ieri è Morbido sul podio, per me !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso a Misano

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Yamaha al massimo solo con Quartararo”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi si scusa con i fan: “Vado al massimo, mi dispiace”

motogp marc marquez

MotoGP, Marc Márquez: “La chiave è pormi sempre obiettivi realistici”