bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Impossibile scaldare le gomme con 8°”

Francesco Bagnaia per ora fuori dalla top ten. Ma sottolinea un ottimo feeling su pista bagnata. E avanza la richiesta di spostare il GP di Francia in futuro.

14 maggio 2021 - 18:20

Prima giornata complessa per Pecco Bagnaia, al momento rimasto fuori dalla Q2. “Per 89 millesimi”, come sottolinea l’attuale leader MotoGP alla fine del venerdì sul Circuito Bugatti. Qualche problema per lui causato dalle gomme fredde, una conseguenza delle basse temperature incontrate in questo periodo sul tracciato francese. Un fatto che l’ha portato anche ad avere un incidente nelle seconde libere, senza conseguenze ma che gli ha precluso la possibilità di migliorare. Ma non rinuncia a sperare che sabato mattina la pista sia asciutta, in modo da tentare il rientro in top ten.

Per l’alfiere Ducati “Stavolta il feeling sul bagnato era ottimo, a differenza dell’anno scorso. Io e Zarco poi siamo stati gli unici ad usare la stessa gomma dall’inizio alla fine, una doppia soft, che sul finale era distrutta.” FP2 invece svolte su pista asciutta, ma ecco l’imprevisto. “Sono caduto alla curva 3, davvero un incidente inaspettato. Stavo facendo le stesse cose del giro prima…” In seguito ha cercato di limitare i danni, ma c’è stato un altro intoppo. “La seconda soft che avevamo a disposizione non era abbastanza performante. Mi sono fermato e ho messo la media, ma non è bastato per passare. Peccato, ero abbastanza veloce, invece sono rimasto fuori.”

Il suo è stato uno dei tanti incidenti a cui abbiamo assistito in questa prima giornata a Le Mans. “Credo siano dovuti alle basse temperature” ha dichiarato il pilota piemontese. “Siamo in Francia a maggio. Stamattina c’erano otto gradi, è impossibile scaldare le gomme con queste temperature. Nel pomeriggio erano 12° C, ma non è cambiato molto.” Oltre a questo, “L’uscita della pit lane è molto lunga. Circa 30 secondi da percorrere con il limitatore, è difficile scaldare le gomme in questo modo. Ma non capisco perché l’abbiano di nuovo allungata dopo le modifiche dell’anno scorso.”

Altri argomenti di cui parlare in Safety Commission. “Spero che anche Aleix Espargaró [due cadute per lui, ndr] chieda di spostare più avanti il GP, magari cambiando col Mugello. Ne parleremo e vedremo cosa salterà fuori. Al momento però la situazione è questa e dobbiamo fare del nostro meglio.” Meglio una gara bagnata o asciutta? “Sul bagnato sarebbe più sicuro” ha risposto Bagnaia. “Se fosse asciutto però dovremmo essere molto più attenti perché è facilissimo perdere l’anteriore.” Una speranza per sabato: “Bel tempo con 22-23° C! Ma so che non andrà così. Anche se le previsioni dicono che potrebbe esserci pista asciutta domani mattina.” 

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

1 commento

makiland
11:59, 19 maggio 2021

Parliamo di gomme … MICHELIN se ne deve andare …
FINE X SEMPRE della gomma unica e via !
Questo monopolio nonè solo “sospetto” è DANNOSO …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci a Dubai: comincia il capitolo Dakar

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo sonda il paddock: “Vorrei lavorare qui”

MotoGP, LCR Honda Team 2021

MotoGP, LCR Honda: a fine stagione si ritira il direttore sportivo