MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Dobbiamo portare in alto il nome Ducati”

Pecco Bagnaia entusiasta per la convocazione in Ducati factory nella prossima stagione MotoGP: "Una mattina mi ha chiamato Gigi Dall'Igna...".

4 ottobre 2020 - 18:55

A Pecco Bagnaia spetterà il difficile compito di risollevare il morale dei tifosi Ducati e provare a riportare il titolo MotoGP a Borgo Panigale. Un sogno che si è spento dopo il 2007, quando Casey Stoner vinse il Mondiale con i colori della Rossa emiliana. Dopo un primo anno da rookie abbastanza difficile, il piemontese della VR46 Academy sembra aver trovato la giusta sintonia con la nuova gomma Michelin. Ha migliorato la staccata con uno stile di guida che fa invidia ai più esperti Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci.

Il sogno Ducati ufficiale

E pensare che è rimasto fuori dal campionato MotoGP per tre week-end consecutivi, a causa di un infortunio rimediato nelle prove libere di Brno. A Misano ha gettato alle ortiche la sua prima vittoria in Top Class per un errore dalle cause ancora incerte. Ma gli ingredienti ci sono tutti per tentare l’exploit nella prossima stagione. “Arrivare nel team ufficiale Ducati è sempre stato il mio sogno, averne la possibilità è un grandissimo onore, una grande soddisfazione. Bisogna portare in alto il nome della Ducati – spiega a Sky Sport -, da pilota factory sarà fondamentale chi sta davanti. Stiamo facendo un bel lavoro, ma i risultati ci stanno un po’ sfuggendo nonostante siamo veloci. Bisogna fare un altro step per essere più costanti, la velocità non ci manca, dobbiamo solo concretizzare un po’ di più“.

Stagione difficile e la chiamata di Dall’igna

Per quest’anno i sogni iridati sono infranti a causa dell’infortunio, ma Ducati ha deciso di puntare su di lui. Decisivo il secondo posto di Misano/1 al suo rientro dopo lo stop. “E’ molto difficile anche perché non eravamo abituati ad un campionato del genere. E soprattutto non ci aspettavamo di fare più gare su uno stesso circuito. Difficile mentalmente, ma sempre meglio che non correre“, aggiunge Pecco Bagnaia. L’annuncio ufficiale è arrivato subito dopo il GP di Catalunya, ma era nell’aria già da settimane. Sin da quando Andrea Dovizioso ha anticipato il divorzio da Ducati.

Il ballottaggio con Johann Zarco è durato poco, il team emiliano ha intenzione di cambiare filosofia e di puntare sui giovani affamati per il futuro in MotoGP. “Una mattina… mi ha chiamato Gigi Dall’Igna, non me lo aspettavo in questo modo qua. Un momento bellissimo, perché sono sempre stato un fan Ducati e averne la possibilità è una cosa grandissima. Ho chiamato subito alla mia fidanzata. Lei era al lavoro, le ho mandato un messaggio vocale“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo motogp

MotoGP, Fabio Quartararo: “Quando ci sono gare doppie siamo persi”

bastianini moto2

Moto2, Enea Bastianini carico: “Mancano ancora tre Gran Premi”

di giannantonio moto2

Moto2, Fabio Di Giannantonio: “Ci siamo rifatti di domenica scorsa!”