MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Difficile accettare la decisione di Valentino Rossi”

Pecco Bagnaia parla del rapporto con Valentino Rossi alla CNN. Il pilota Ducati è la più grande promessa della MotoGP per i colori italiani.

18 ottobre 2021 - 22:31

Il 14 novembre con l’ultima gara MotoGP dell’anno calerà il sipario sulla carriera di Valentino Rossi. L’Italia perde l’icona di questo sport, ma ci sono ottimi presupposti per tenere alto il tricolore. A cominciare da Pecco Bagnaia, ancora in corsa per il titolo mondiale a tre GP dalla fine. La maestosa prestazione di Aragon, in cui ha lottato e vinto contro Marc Marquez, sembra avergli dato fiducia. Una settimana dopo si ripete a Misano, ad Austin sale sul podio.

Il rapporto con Vale

Con Valentino Rossi è cresciuto professionalmente, ma non si sente affatto il suo erede. “Ricordo molto bene la prima volta che l’ho incontrato“, racconta Bagnaia alla CNN. “Stavamo cenando… e Vale con il nostro allenatore è venuto al ristorante. Ero molto nervoso all’idea di incontrare il mio idolo. Era strano avere il mio idolo di fronte a me e stringergli la mano“. Negli ultimi tempi il rapporto si è rafforzato. “Nell’ultimo mese mi ha sempre detto che sto migliorando“.

Nel prossimo week-end a Misano proverà a ripetere l’impresa del mese scorso. “Le condizioni saranno diverse, fa più freddo, quindi vediamo cosa succederà“. Sarà anche un fine settimana dedicato all’addio di Valentino Rossi che chiude la sua carriera. Per il veterano si tratta dell’ultimo Gran Premio di casa. “Non sarà facile accettare il fatto che non correrà l’anno prossimo“, ha concluso Pecco Bagnaia. “Fin dal primo anno in cui sono arrivato in Moto3, lui c’era, e dal 2014 abbiamo iniziato a condividere la nostra giornata anche a casa. Non riesco a pensare al prossimo anno perché è molto difficile da accettare. Sarà molto strano“.

I progressi con la Ducati

Nel suo piccolo Pecco Bagnaia sta contribuendo a rendere più popolare la MotoGP. E’ cresciuto a Chivasso, dove gli sport principali sono lo sci e il calcio. Fino a due o tre anni fa poteva camminare liberamente per le strade, adesso è assalito dai fan. “Ora tutti conoscono la MotoGP ed è molto bello da vedere“. Del resto il biennio 2019-2020 è stato costellato da cadute e incidenti, mentre la musica è cambiata a partire da quest’anno. Ha imparato a gestire meglio le gomme e i segreti della sua Ducati Desmosedici, una moto non facile da guidare, ma che sa dare tanto una volta compresa fino in fondo. I presupposti per vincere nella stagione 2022 ci sono tutti.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022