MotoGP, Pecco Bagnaia GP Qatar 2021

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Critiche a Valentino Rossi? Italiani abituati…”

Pecco Bagnaia difende a spada tratta Valentino Rossi dopo la prima gara della stagione MotoGP 2021: "Gli italiani bravi a criticare noi piloti italiani".

30 marzo 2021 - 21:50

Pecco Bagnaia come uno sceicco nel deserto di Doha. Segna il nuovo record del circuito a Losail, conquista la sua prima pole in MotoGP, sale sul podio alla prima uscita con il team Ducati factory. E difende a spada tratta il maestro Valentino Rossi che ha tra l’altro “romanticamente” trainato nella Q2. Il giovane pilota piemontese non si sente secondo a nessuno, né tantomeno al più accreditato compagno di box Jack Miller. Come in Pramac nel biennio precedente è pronto a sfidare chiunque. “Non mi sono mai sentito un secondo pilota“.

Resta tutto da vedere, forse il proseguimento della stagione MotoGP dirà che l’australiano sarà la vera punta di diamante della Ducati. Fino a quel punto Pecco Bagnaia se la gioca ad armi pari, con pari trattamento tecnico. Se necessario si rivelerà anche uomo di squadra nel finale di campionato. “In quel caso potrei sentirmi un secondo pilota“. Nel primo week-end ha dovuto fare i conti con ben altri avversari. Prima con la Yamaha M1 di Maverick Vinales, poi con la Suzuki di Joan Mir. La potenza del motore Ducati contro l’equilibrio della GSX-RR. “Non consuma la gomma, Mir ha sfruttato questo vantaggio al 100%“. Ad ostacolare la corsa al primo trionfo in MotoGP ci ha pensato anche il vento, un ostacolo per una moto fortemente aerodinamica come la Desmosedici.

Nel gruppo VR46 non è andata bene a Franco Morbidelli e Valentino Rossi. Sono piovute diverse critiche nei confronti del Dottore, alla sua prima uscita ufficiale con Petronas SRT. Pecco Bagnaia rimanda al mittente ogni valutazione negativa sul 42enne. “Noi italiani siamo sempre bravi a criticare i piloti italiani. Ogni anno è sempre così e dobbiamo accettarlo. Per fortuna quando scendiamo in pista diamo sempre il 100% e in gara non pensiamo a queste cose. Valentino lavora con un team nuovo ed è normale doversi consolidare“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Tecnica Yamaha M1 Quartararo

MotoGP, la tecnica: Quartararo e la M1, dettagli di una Yamaha mondiale

marquez espargaro honda motogp

MotoGP: Márquez-Espargaró, quella doppietta Honda attesa dal 2017

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi spiazza la conferenza: “C’è una ragazza nuda dietro di te”