MotoGP, Valentino Rossi a Valencia

MotoGP, Paolo Simoncelli e quel 10° titolo negato a Valentino Rossi

Nel paddock MotoGP c'è malumore per le tardive decisioni dei Commissari di Gara. E Paolo Simoncelli ricorda quanto accaduto a Valentino Rossi nel 2015.

9 giugno 2021 - 21:38

Paolo Simoncelli da tempo rimbrotta il Panel FIM per le sue decisioni dubbie o tardive. L’episodio della tuta di Fabio Quartararo ha scatenato un altro vespaio di polemiche nel paddock della MotoGP. Nessuna dei Commissari di Gara ha preso una decisione rapida in merito a quanto accaduto, hanno lasciato che il pilota Yamaha continuasse fino al traguardo. “Abbiamo bisogno di persone che prendano decisioni. Come il pilota, che deve decidere in un microsecondo, anche la Direzione Gara deve fare lo stesso. E visto che non succede mai, vuol dire che non sanno fare il loro lavoro“.

In un comunicato a ‘La Gazzetta dello Sport’ Paolo Simoncelli punta il dito contro il direttore di gara Mike Webb, Bill Cumbow, capo steward, e il manager di turno che cambia in base alla tappa del calendario MotoGP. “Mi sembra strano che Spencer, che era un pilota, non possa farlo. I piloti, come i bambini, hanno bisogno di regole che vanno rispettate. Sono necessarie certezza nella sentenza e rigorosa applicazione. Ma dovrebbero anche essere immediati. Non poche ore dopo o anche alla prossima gara“.

Certe decisioni tardive hanno condizionato in passato anche l’assegnazione dei titoli mondiali. E Paolo Simoncelli ritorna a quanto avvenuto a Sepang nel 2015 con Valentino Rossi e Marc Marquez. In quella stagione MotoGP il Dottore fu costretto a partire dall’ultima piazza nell’ultimo e decisivo round di Valencia, con il titolo sfilatogli dalle mani in favore di Jorge Lorenzo. “Se Rossi fosse stato subito sanzionato in Malesia 2015 nel pasticcio con Marquez sarebbe finito tutto lì. E a Valencia avrebbe potuto lottare per il decimo titolo. Questo è un ruolo difficile in cui sono necessarie le palle. Ma se non le hanno, che cambino lavoro“, ha concluso papà Simoncelli.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

1 commento

trediciport_13696908
10:09, 10 giugno 2021

Ancora con questa fake del 10 titolo??? State a diventa come i terra piattisti! Basta non se ne puo più.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp austin cota

MotoGP, il circuito di Austin ed i lavori necessari per il GP 2022

MotoGP: arriva la Suzuki GSX-RR del titolo 2020… in miniatura

Jorge Lorenzo MotoGP

Jorge Lorenzo: test con la Porsche GT3, mano tesa a Valentino Rossi