motogp jerez

MotoGP: nuovi volti e team, otto Ducati. Il 2022 scatta coi test a Jerez

Primo assaggio di MotoGP 2022 a Jerez. Due giorni di test ufficiali per prepararsi al meglio al prossimo campionato, primo contatto per i cinque rookie.

18 novembre 2021 - 7:08

Scattano ufficialmente i due giorni di test a Jerez per i ragazzi della categoria MotoGP. Alcuni collaudatori e Maverick Viñales hanno fatto da apripista nelle due giornate precedenti, oggi e domani invece il tracciato sarà molto più affollato. Non mancano i volti nuovi alla prima vera presa di contatto con una moto della classe regina, aumenta il numero di Ducati in azione, con incluso un nuovo team e la ‘separazione’ ufficiale tra Gresini ed Aprilia. Giovedì 18 e venerdì 19 novembre ci saranno due turni di attività al giorno, ovvero 10:00-13:00 e 14:00-18:00, con ingresso libero e quindi pubblico atteso sugli spalti.

Le Ducati 

Otto rosse previste per la prossima stagione mondiale. Un bell’impegno per la casa di Borgo Panigale, che non vede però problemi ma anzi opportunità in più. Pecco Bagnaia e Jack Miller avranno una moto ufficiale a testa, nel box Pramac invece ce ne sarà una da dividere tra Johann Zarco e Jorge Martín. Tutti gli altri infine gireranno con la GP21, come confermato da Gigi Dall’Igna. A cominciare da Enea Bastianini, secondo miglior rookie di questa stagione e passato in Gresini Racing, e Luca Marini, primo volto di VR46 Racing Team (ma con qualche aggiornamento in più, in attesa della moto ufficiale da Sepang). Accanto al primo ecco arrivare Fabio Di Giannantonio, vicino al secondo invece c’è Marco Bezzecchi, entrambi decisamente carichi per il primo esordio in classe regina.

Honda, Suzuki

La bella notizia per la casa dell’ala dorata è che in pista ci sarà anche Pol Espargaró. Il #44, KO per l’ultimo GP dopo un brutto incidente nelle libere, è determinato a provarci, affiancato dagli alfieri LCR Honda Alex Márquez e Takaaki Nakagami, più il tester Stefan Bradl. Una speranza espressa in precedenza dal bicampione Moto2-Moto3 dopo l’evento a Valencia: Espargaró infatti è l’unico dei piloti ufficiali (vista la forzata assenza di Marc Márquez) che ha già provato il primo prototipo della RC-V 2022. In casa Suzuki, attivissimi in questi due giorni i collaudatori Takuya Tsuda e Sylvain Guintoli. Per il francese in particolare 140 giri a referto, una bella grattata al gomito, ma anche tanto lavoro sulle novità: motore 2022, forcellone, telaio, dettagli aerodinamici. Da oggi anche i titolari Joan Mir ed Alex Rins inizieranno a girare a Jerez.

KTM, Aprilia, Yamaha 

La casa austriaca ha mandato avanti i collaudatori Dani Pedrosa e Mika Kallio, da oggi invece ci sarà la truppa ufficiale al completo. A cominciare da Brad Binder e dal neo papà Miguel Oliveira per il team factory, per poi vedere ufficialmente i due volti nuovi di Tech3. Il campione Moto2 in carica Remy Gardner ed il vice-iridato Raúl Fernández che, dopo l’assaggio di MotoGP a Misano, inizieranno a fare un po’ più sul serio in queste prime giornate da rookie della top class. Per Aprilia, due giornate con il tester Lorenzo Savadori (tornato in azione dopo l’ultimo infortunio) e Maverick Viñales, oggi raggiunti da Aleix Espargaró. Infine, Yamaha al via con il campione in carica Fabio Quartararo e Franco Morbidelli, più il suo team satellite. Primi test ufficiali per il rivoluzionato RNF Team (ex Petronas SRT), con Andrea Dovizioso affiancato dall’esordiente Darryn Binder, in arrivo direttamente dalla Moto3.

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez 100% riposo. Puig: “Problema inaspettato”

Valentino Rossi Ranch Tavullia

Valentino Rossi promette battaglia: i campioni arrivano al Ranch di Tavullia

MotoGP, Fonsi Nieto

MotoGP, Ducati Pramac nomina il sostituto di Francesco Guidotti