MotoGP: Nicky Hayden “Non è stato facile correre”

Il Kentucky Kid parla della tragica scomparsa di Tomizawa

9 settembre 2010 - 1:46

Per un pilota non è mai facile correre dopo una simile tragedia. Nicky Hayden a “Speed TV”, canale tematico americano, ha voluto spiegare le sue sensazioni vissute domenica a Misano Adriatico, chiarendo le difficoltà del momento, ma dovendo allo stesso tempo svolgere un lavoro da vero professionista.

Non è mai facile, lo poteve vedere voi stessi che non è facile correre in queste situazioni“, spiega Nicky Hayden. “Quello che però fai è un lavoro e devi esser un professionista. Penso che tutti più o meno sapevamo cos’era successo, non c’era bisogno di chiedere, io me lo sentivo, dalla griglia di partenza al paddock, ai box.

In gara siamo tutti l’uno contro l’altro, ma in realtà siamo tutti “fratelli” perchè facciamo lo stesso mestiere e abbiamo le stesse sensazioni in questi momenti. Qualcuno penserà che era meglio non correre, ma noi siamo motociclisti ed è quello che facciamo, è la nostra vita“.

La gara di Nicky Hayden a Misano Adriatico si è subito interrotta alla prima curva a seguito di un contatto con Loris Capirossi, così come praticamente accaduto lo scorso anno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

smith aprilia motogp

MotoGP, Bradley Smith: “Alla Aprilia RS-GP 2020 manca tempo in pista”

Nagashima Moto2

Moto2: Nagashima all’attacco a Brno per difendersi dagli italiani

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso senza alibi: “A Brno grandi aspettative”