MotoGP Mugello Prove Libere 2: Lorenzo OK, Rossi KO

Brutta caduta per Valentino Rossi, gara a rischio

5 giugno 2010 - 7:15

Un turno di prove libere che può dare una svolta importante al week-end e, forse, campionato. Jorge Lorenzo conferma il proprio passo velocistico spiccando oltretutto il miglior tempo: Valentino Rossi cade rovinosamente e si fa male. Tutto negli ultimi 15 minuti della conclusiva sessione di prove libere all’Autodromo Internazionale del Mugello, dove Rossi non gioca il “Jolly” ben impresso nel proprio casco dedicato, ma in compenso prende una carta degli imprevisti che può compromettere seriamente la rincorsa alla vittoria sul circuito dove è stato imbattuto per 7 anni consecutivi.

Visibilmente sofferente alla caviglia sinistra, Rossi è stato trasportato al centro medico per tutti gli accertamenti del caso con la speranza di ricavarne presto buone sensazioni, ma con il rischio di veder, davvero, un campionato fortemente condizionato con 4 gare nel giro di 6 settimane.

Non ha di questi problemi Jorge Lorenzo che viaggia spedito verso il comando, con un passo costante e competitivo ed un giro veloce al fine di prenotare la pole position. Seguono infatti a 3/10 le Honda di Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa, con Casey Stoner 6° percorrendo solo 17 giri preceduto in classifica da Randy De Puniet (ottimo 5° con la LCR Honda) e, ironia della sorte, da Valentino Rossi.

Tra i primi dieci anche le Tech 3 Yamaha di Edwards e Spies (7° e 8°) seguiti da Hayden e Capirossi che dopo il terzo tempo di ieri si ritrova solo in decima posizione. Peggio va a Marco Melandri e Marco Simoncelli, rispettivamente 13° e 15°, con gli infortunati Mika Kallio e Alvaro Bautista in fondo al gruppo, ma in sella: sarà così anche per Valentino Rossi?

MotoGP World Championship 2010
Mugello, Classifica Prove Libere 2

01- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – 1’49.282
02- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.338
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.419
04- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.641
05- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 0.932
06- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.951
07- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.075
08- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.110
09- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.144
10- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.213
11- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.280
12- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.482
13- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.640
14- Hiroshi Aoyama – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.878
15- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 2.036
16- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 2.111
17- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R + 4.555

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

smith aprilia motogp

MotoGP, Bradley Smith: “Alla Aprilia RS-GP 2020 manca tempo in pista”

Nagashima Moto2

Moto2: Nagashima all’attacco a Brno per difendersi dagli italiani

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso senza alibi: “A Brno grandi aspettative”