MotoGP, Mugello: Pole position n° 56 di Marc Márquez

Marc Márquez conquista una pole da record al Mugello. Ottimo secondo posto di Fabio Quartararo, Danilo Petrucci gran terzo in griglia di partenza.

1 giugno 2019 - 15:01

Sull’Autodromo del Mugello è Marc Márquez a stampare la pole position. Il campione catalano si impone nel turno decisivo di qualifiche (complice una scia favorevole su Dovizioso), realizzando anche il nuovo record assoluto del tracciato. Fabio Quartararo ottiene la seconda casella in griglia, Danilo Petrucci (nonostante la salute non ottimale) completa la prima fila. Il Gran Premio d’Italia promette grandi emozioni: appuntamento alle 14:00 di domenica 2 giugno. Foto di copertina: Marco Lanfranchi.

Qualifica 1 davvero ricca di sorprese: basti pensare che sono in pista Dovizioso, Lorenzo, Rins, Rossi, Pirro. Un turno che si rivela particolarmente combattuto fin da subito, ma che garantisce l’accesso solo a due dei piloti in azione. Alla fine Andrea Dovizioso e la wild card Michele Pirro riescono a raggiungere la Q2, con Alex Rins primo degli esclusi. Da segnalare poco dopo la bandiera a scacchi una caduta al Correntaio per Zarco, con qualche brivido per una gamba del pilota rimasta brevemente agganciata alla moto.

Turno di qualifiche infuocato da subito, piloti Ducati e Márquez in particolare subito scatenati, a caccia della prima casella in griglia. Non stanno a guardare nemmeno le Yamaha, con Quartararo autore del miglior giro assoluto al Mugello a circa metà sessione, abbassando il tempo di Petrucci al mattino. Fa ancora meglio Marc Márquez: sfruttando la scia di Dovizioso, il catalano stampa la pole position con annesso record. Completano la prima fila per Fabio Quartararo e Danilo Petrucci.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

arbolino moto3

Moto3 Barcellona, FP3: Brillano Arbolino e Fenati, top 3 iridata in Q1!

tulovic motoe cev moto2

MotoE, Lukas Tulovic: intervento rinviato, salta il CEV Moto2 ad Aragón

MotoGP, Franco Morbidelli e Ramon Forcada

MotoGP, Forcada: “Morbidelli come Lorenzo, Stoner talento vero”