oliveira motogp

MotoGP: Miguel Oliveira, l’emozione di correre in casa

Miguel Oliveira carico per l'ultimo GP stagionale. Emozione doppia: corre in casa e chiude l'esperienza Tech3. Poncharal: "Sarà la stella."

17 novembre 2020 - 17:26

Quest’anno anche l’unico pilota portoghese nel Motomondiale proverà la soddisfazione di correre in casa. Miguel Oliveira è pronto a brillare all’Autódromo Internacional do Algarve di Portimao, un evento per lui decisamente emozionante. Visto il momento attuale non ci sarà pubblico sugli spalti, ma da casa certamente ci sarà tutto il Portogallo pronto a trasmettere il suo calore al suo alfiere MotoGP. Ed il pilota Tech3 non vuole certo deludere: sarà una carica in più per essere il maggior protagonista di quest’ultimo appuntamento 2020.

“Sono davvero emozionato per quest’ultimo GP, la mia gara di casa” ha dichiarato Miguel Oliveira. “Correre in Portogallo con la MotoGP è un sogno che si realizza.” Come detto, obbligatoriamente spalti vuoti: nemmeno questo paese iberico è preso troppo bene con questa pandemia. Ma chi lo è… “Sfortunatamente non ci sarà pubblico, ma sarà comunque un bel modo di concludere questo campionato. Speriamo di poter ottenere un risultato molto, molto positivo, a conclusione di una gran gara per salutare Tech3.” Certo non lo dice, ma il pensiero va a quella vittoria in Austria…

Come poi ha accennato, questa è l’ultima gara coi colori del team di Hervé Poncharal. Dal prossimo anno sarà in KTM Factory, accanto a Brad Binder. “Miguel è rimasto per due anni con noi, è stato vitale” ha sottolineato il boss Tech3. “Uomo squadra, un gran pilota, ma soprattutto una splendida persona con un gran senso dell’umorismo. Oltre all’atteggiamento, molto concentrato ma sempre col sorriso sulla faccia. Ci ha anche portato la prima vittoria MotoGP in Austria, nell’evento di casa di Red Bull e KTM. Siamo tristi all’idea che si tratti dell’ultima gara con Miguel.”

Ma i riflettori saranno tutti puntati su quella parte del box. “Sarà il centro dell’attenzione” ha ammesso Poncharal. “Miguel è una stella in Portogallo, tutti lo stanno aspettando e certo le sue aspettative sono piuttosto alte. Noi faremo di tutti per dargli ciò di cui ha bisogno per raggiungere il suo obiettivo.” Una chiusura di stagione inizialmente imprevista a Portimao, ma questo momento particolare ha scombinato tutti i piani. Quel che è certo è che Oliveira attualmente è 10° iridato con Nakagami e Miller non troppo lontani, 2^ miglior KTM dopo Espargaró.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Torino Suzuki MotoGP

MotoGP: la maglia celebrativa del Torino F.C. per il Mondiale Suzuki

MotoGP, Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso: la “gabbia” della MotoGP e la libertà del motocross

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”