MotoGP: Michelin al Mugello con posteriori asimmetriche

Il Mugello è sicuramente uno dei tracciati più impegnativi. Michelin si prepara per affrontarlo al meglio: ecco le gomme scelte per il GP d'Italia.

28 maggio 2019 - 8:36

Dopo la tappa di casa per Michelin, la compagnia francese si prepara ad affrontare un altro tracciato impegnativo. Si tratta dell’Autodromo del Mugello, storica pista sulle colline toscane che ospita la sesta tappa iridata del 2019. La sua lunghezza è di più di 5 chilometri, dalle svariate caratteristiche: parliamo infatti di dislivelli, alte velocità (con punte di 350 km/h), brusche frenate, un mix di curve veloci e lente.

Tante situazioni differenti, che Michelin vuole affrontare al meglio. Tre le mescole slick a disposizione dei piloti, vale a dire morbida, media e dura. Cambia solo la costruzione: tutte le posteriori infatti sono asimmetriche, con una spalla destra più dura dovuta alla nove curve in questa direzione (contro le 5 a sinistra). In caso di pioggia, due le mescole fornite da Michelin, vale a dire morbida e media, anche in questo caso con le posteriori dalla struttura asimmetrica.

“Il Mugello è sicuramente una delle piste più speciali” ha dichiarato Piero Taramasso. “Le gomme sono sotto stress per tutto il fine settimana e serve una selezione atta a coprire varie situazioni. Potrebbe fare freddo al mattino, poi il sole potrebbe far salire le temperature, oltre a velocità elevate e brusche frenate. I nuovi pneumatici hanno già dimostrato di potersi adattare queste varianti, garantendo costanza, stabilità e grip. Non vediamo l’ora di cominciare.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Zarco: “Dopo l’addio di Lorenzo il vento è cambiato”

MotoGP, Fabio Quartararo e Maverick Vinales

MotoGP, Yamaha mea culpa: “Sull’elettronica abbiamo sbagliato”

tony arbolino mugello 2019

Tony Arbolino, la vittoria al Mugello diventa un tatuaggio