MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Vinales: “Nessun pilota come Aleix Espargarò”

Maverick Vinales ritornerà sulla griglia della MotoGP ad Aragon, con la sua nuova Aprilia RS-GP. Con Aleix Espargarò sarà massima intesa.

1 settembre 2021 - 19:16

La due giorni di test MotoGP a Misano si chiude con buone sensazioni in casa Aprilia. Maverick Vinales è entusiasta dopo essere sceso dalla RS-GP21. Non sarà un adattamento facile, finora aveva guidato solo prototipi con motore 4 cilindri in linea. Per adattarsi alla moto di Noale bisognerà modifica lo stile di guida, soprattutto in frenata, dove differisce tanto dalla sua ex Yamaha M1 che ha guidato per quattro anni.

Il divorzio dalla Casa di Iwata lo ha costretto a saltare il GP di Silverstone, in attesa di poter esordire ufficiosamente con Aprilia sul circuito adriatico. “Per me non era normale stare a casa. Ho potuto allenarmi e mantenere la calma. Sono molto contento di questa opportunità, era importante tornare in pista presto. Sono contento di questi due giorni di test, ma ora i test in gara saranno importanti“.

Ha vissuto una girandola di emozioni dall’inizio della stagione MotoGP. La vittoria a Losail, il tonfo del Sachsenring, è diventato papà, ha chiuso anzitempo il contratto con Yamaha. A dargli la forza la sua famiglia, “è stata fondamentale in questo periodo. Dall’anno scorso fino a quest’anno le persone al mio fianco sono state sempre più importanti. Era un brutto momento, ma come persona e come pilota mi sento ancora più forte“.

L’inizio di una nuova avventura

Maverick Vinales carica l’ambiente Aprilia. “C’è una energia positiva al box, sono molto emozionato per Aragón. Era un po’ come il primo giorno di scuola, ero sveglio dalle 5:00, non vedevo l’ora di scendere in pista“. Nella seconda giornata di test ha infranto il muro dell’1’33”, ma c’è ancora tanta strada da fare per poter ambire a traguardi importanti. Le prossime sei gare serviranno per preparare al meglio la prossima stagione MotoGP e aiutare i tecnici di Noale ad apportare le necessarie modifiche.

Esordirà ad Aragon, sarà importante studiare i dati Aleix Espargarò. “Sono lontano dal riuscire a spingere al massimo, la moto e il motore sono ancora diversi, devo capire come andare forte… Ho un ottimo rapporto con Aleix, è come un fratello oltre ad essere un ottimo pilota – ha concluso Aleix Espargarò -. Questo sarà importante nell’avventura con Aprilia. Ha cercato di capire cosa mi stava succedendo, mi ha protetto con la stampa, mi ha spinto a non arrendermi e a venire in Aprilia. Non so se un altro pilota avrebbe fatto lo stesso con me”.

Massaggio Capitale, relax a Roma

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

stefano nepa moto3

Moto3 UFFICIALE C’è Stefano Nepa per il Team MTA nel 2022

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike

jordi torres motoe

MotoE Misano: Torres vince un pazza Gara1, out Zaccone e Granado