MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Vinales: la “giusta direzione”… senza Valentino Rossi

Maverick Vinales arriva alla nuova stagione MotoGP senza Valentino Rossi ai box. Lancia un appello a Yamaha affinché intraprenda la giusta strada.

22 marzo 2021 - 13:42

C’è bisogno di svolta nel box di Maverick Vinales nella stagione 2021 di MotoGP. Sarà la quinta stagione con il team Yamaha factory, 7 vittorie all’attivo, due volte al terzo posto in classifica iridata come miglior bilancio finale. Troppe le incongruenze tecniche con cui ha dovuto fare i conti, soprattutto nella passata stagione. A cominciare dalla mancanza di grip a serbatoio pieno, dalla gommatura della Moto2 che cambiava gli equilibri della sua YZR-M1. Fino al problema delle valvole del motore che lo hanno costretto a richiedere un’unita motore in più costringendolo alla partenza dalla pit-lane al termine del Mondiale. Da quest’anno il box Yamaha cambia volto con la separazione da Valentino Rossi e l’arrivo di un arrembante Fabio Quartararo.

Nuova atmosfera ai box

Maverick Vinales nel corso degli anni ha proceduto a vari cambiamenti anche all’interno del box. Alla fine del 2018 ha chiesto di assumere Esteban Garcia al posto di Ramon Forcada in qualità di capotecnico. L’obiettivo era formare un team affiatato e un ambiente familiare, intorno al quale costruire un gruppo vincente. “Nel mio primo anno in Yamaha, non eravamo un’unità. Non andavamo tutti a cena fuori. Non eravamo un gruppo“, ha chiarito il pilota di Roses a Motorsport-Total.com. Atmosfera più rilassata ai box, a suo dire, anche con l’arrivo di Fabio Quartararo al posto di Valentino Rossi. “È un bene perché non dobbiamo andare in due direzioni diverse come squadra“.

La giusta direzione

Adesso tocca alla casa di Iwata dargli il prototipo giusto per puntare al titolo MotoGP. Ha un biennio a disposizione per provare a raggiungere il risultato e, soprattutto, a vincere la sfida interna con il collega francese. Il traguardo sarà non solo il primo posto, ma anche il prossimo rinnovo di contratto. In un’annata con motori congelati, i tecnici Yamaha hanno lavorato su telaio, aerodinamica, forcellone. “Abbiamo bisogno di una direzione chiara perché non possiamo perderci a metà stagione. Ripetiamo sempre la stessa cosa. Partiamo forte e poi ci perdiamo. Non dobbiamo più commettere questo errore. Dobbiamo trovare una strada e poi rimanere fedeli a questa strada – ha concluso Maverick Vinales -. Non dobbiamo abbandonare questa strada durante la stagione“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

2 commenti

Makiland
18:57, 22 marzo 2021

Ma come ti permetti ? Quanti CAMPIONATI DEL MONDO hai vinto fino a oggi … ?

    Makiland
    12:42, 23 marzo 2021

    Mi fanno veramente rabbia e inc …are sti Spagnoli prepotenti, senza rispetto e senza umiltà …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Stefan Bradl: “Stupido l’atteggiamento di Jorge Lorenzo”

motogp ducati

MotoGP: Ducati, che inizio! Ora si può davvero sognare in grande?

alessandro zaccone motoe

MotoE, inizio “italiano” a Jerez. Zaccone: “Quest’anno ci divertiremo”