MotoGP, Valentino Rossi nel box Petronas

MotoGP, Maverick Vinales e Valentino Rossi: sole e luna nei box Yamaha

Nella prima gara MotoGP 2021 Maverick Vinales vince dopo una gara in crescendo. Valentino Rossi fuori dalla top-10 per problemi di grip dopo pochi giri.

29 marzo 2021 - 11:54

Maverick Vinales e Valentino Rossi, due ex compagni di box Yamaha, all’esordio con sensazioni molto divergenti. Il primo ha vinto in maniera straordinaria il primo round MotoGP a Losail, l’alto è stato fagocitato fuori dalla top-10. Aderenza perfetta per il pilota di Roses, atavica mancanza di grip al posteriore per il Dottore. Eppure entrambi muniti di una YZR-M1 con specifiche ufficiali. I due volti della stessa medaglia nonostante da quest’anno occupino un box diverso.

Il buono di Vinales

Forse che Maverick Vinales inizi ad avvertire i benefici della lontananza da Valentino Rossi? Saranno i risultati a dargli torto o ragione. Fra meno di tre settimane il campionato MotoGP approderà a Portimao e sarà il primo vero banco di prova per Yamaha. “Al momento non partiamo bene, dobbiamo lavorarci per il prossimo week-end. Ma ho un feeling molto buono con la moto, abbiamo gestito bene le gomme e questo mi rende felice“, spiega lo spagnolo. I tecnici di Iwata hanno lavorato bene nella pausa invernale, ma non basta. “L’anno scorso facevo fatica a sorpassare, quest’anno va un po’ meglio. Bisogna migliorare il grip all’anteriore e soprattutto la partenza. Come è partito Jorge Martin è incredibile, quindi è un lavoro obbligatorio per noi, soprattutto quando saremo in Europa“.

Ad influire positivamente anche il nuovo status psicologico di Vinales. Si è sposato, presto diventerà padre di una bambina (Nina, ndr). Dopo la bandiera a scacchi ha festeggiato con il gesto del pancione. Alla faccia di chi diceva che un bambino fa perdere decimi sul giro. In Yamaha hanno però lavorato maggiormente sui suoi feedback. “Quest’anno ho più feeling con la gomma davanti e riesco a staccare meglio. Ho più sicurezza, riesco a guidare più veloce e pulito. Adesso siamo più veloci in curva e quindi è più facile sorpassare. Superare le Ducati non è facile e questo mi rende più felice della vittoria“.

Il cattivo di Rossi

Valentino Rossi, invece, si ritrova con gli stessi problemi degli anni precedenti. La gomma posteriore si consuma troppo rapidamente, le cause restano poco chiare (stile di guida?), le soluzioni sembrano un miraggio. La partenza dalla quarta piazza lasciavano presagire una gara ben diversa per il pluricampione MotoGP. “Non ho visto la gara perché purtroppo ero troppo lontano – ammette il Dottore -. Mi congratulo davvero con Maverick perché ha guidato in modo incredibile. All’inizio era con me ma ha fatto una gara fantastica. Poi ho visto che Zarco e Pecco hanno fatto una buona gara e sono saliti sul podio, anche le Suzuki sono veloci. Quindi sì, ora possiamo capire meglio la stagione, perché prima della gara nessuno lo sapeva“.

Già da ieri sera lo staff tecnico #46 si riunito per capire cosa sia successo a bordo della sua M1. C’è poco tempo per studiare i dati, la vittoria di Vinales spinge a fare meglio. “Per qualche motivo abbiamo messo troppo stress sulla gomma posteriore e ha perso prestazioni. Questo è il problema. Parliamo molto e facciamo molti incontri in cui spiego la mia sensazione. Ora stiamo cercando di andare avanti e risolvere il problema per essere più forti la prossima settimana“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
18:15, 29 marzo 2021

Sono talmente “basito” che non oso commentare …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez: “Che sorpresa il 6° posto, mi vedevo lento!”

Moto2 GP Portimao, Prove 2: Joe Roberts si conferma, 5° Bezzecchi

bagnaia motogp

MotoGP GP Portimao, Prove 2: svetta Bagnaia, Marc Marquez in top ten