Maverick Vinales MotoGP

Maverick Viñales, quarantena in convalescenza. “Ultimi esami positivi”

Maverick Viñales approfitta dello stop forzato per rimettersi in forma dopo l'incidente in MX. E afferma: "Finché il virus non scompare, non partiremo."

11 aprile 2020 - 17:08

È passato circa un mese dall’incidente in motocross di Maverick Viñales, che ha trascorso una notte in ospedale prima di tornare a casa. Una mossa precauzionale, ma il pilota Monster Yamaha ancora sente le conseguenze di quella caduta. In un certo senso lo stop forzato lo aiuta, visto che può prendersi il tempo necessario per tornare in forma. Per il momento lo spagnolo si mostra piuttosto pessimista per la stagione MotoGP 2020, ma quando (se?) si comincerà l’obiettivo sarà uno solo: il titolo iridato.

“Finché il virus non scompare, non possiamo cominciare” ha detto Maverick Viñales, rispondendo ad alcune domande dei fan attraverso i social. “L’avvio di stagione dipenderà dallo sviluppo della situazione.” Che al momento non è delle migliori, ma bisogna attendere per seguirne l’evoluzione. In termini di performance, Viñales si mostra ottimista: “Mi sono sentito davvero bene in sella e la M1 è migliorata. Chiaro che è difficile dire ‘Vinceremo quest’anno’, ma sicuramente lotteremo per raggiungere questo obiettivo.”

Il pilota di Figueres rimane chiuso in casa, in Andorra, assieme alla compagna Cristina. Sarà uno dei protagonisti della seconda MotoGP Virtual Race, di scena domenica 12 aprile alle 15:00. Oltre agli ‘allenamenti’ alla Playstation, “Cerco di fare un po’ di sport casalingo, ma sto soprattutto riposando.” Come accennato, le sue condizioni fisiche non sono ottimali. “Mi sono fatto male alla caviglia ed alla parte bassa della schiena, in particolare le vertebre L1 e L2. Mi serviva quindi un po’ di riposo, ma ora sto ricominciando a fare qualcosa di più.”

“È stato un mio errore” ha precisato. “La pista era un po’ fangosa e sono uscito in curva finendo a terra. Non sono riuscito ad evitare che la mia schiena colpisse alcune pietre. Per fortuna però non è andata troppo male. Di recente poi ho svolto alcuni esami ed i risultati sono stati positivi. Più avanti ne farò degli altri, vedremo come procede.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Paolo Ciabatti

MotoGP, Ciabatti: “Miller pilota giusto per rilanciare Ducati”

Valentino Rossi

Valentino Rossi al bivio, Luca Marini da record al Ranch

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo si consola con il ritiro della Huayra