MotoGP: Marco Simoncelli “Dopo 82 giri sono finito!”

Non è mancato l'impegno nella giornata di test al Mugello

5 luglio 2011 - 4:47

Ottantadue giri al Mugello, quanto basta per trovare i riferimenti che cercava. Marco Simoncelli ha preso parte alla giornata di test post-GP d’Italia provando diverse soluzioni per la propria Honda RC212V: nuovo forcellone, ammortizzatore, interventi al freno motore, forcella ed elettronica. Il risultato è di arrivare ad un miglior riferimento cronometrico di 1’47″422, secondo soltanto per meno di 1 decimo a Casey Stoner…

Sono sfinito! Abbiamo lavorato molto ma ne è valsa la pena“, commenta Marco Simoncelli. “E’ stata una giornata molto importante soprattutto perché ieri in gara avevamo avuto dei problemi relativi al grip sulla ruota posteriore ed oggi siamo riusciti a capire, con le prove che abbiamo fatto, come comportarci nel caso capitassero condizioni simili. Adesso sappiamo quale direzione prendere.

Abbiamo provato un nuovo forcellone che va meglio per il grip, altri particolari dell’ammortizzatore che sono stati migliorativi ed abbiamo avuto anche riscontri positivi da alcuni interventi sull’elettronica e sul freno motore per avere più stabilità in frenata. Siamo intervenuti sulla forcella anteriore ma in questo caso dobbiamo fare nuove prove al Sachsenring.

Alla fine sono stato anche veloce e non pensavo fosse possibile girare in 1’ 47” al Mugello ed invece ci sono riuscito. In pratica facendo 83 giri è come avessi fatto 4 gare, sono stanco morto ma contento“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

prustel dupasquier moto3

Moto3: PrüstelGP apre il 2022 nel ricordo di Jason Dupasquier

cfmoto prustelgp moto3

Moto3 2022, ecco i colori del progetto CFMoto Racing PrüstelGP

MotoGP, Enea Bastianini

MotoGP, esclusiva Pernat: “Bastianini ha un solo obiettivo”