MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Voglio vincere, non mi interessa come”

Marc Marquez spiega il motivo di un contratto quadriennale con Honda. Il campione MotoGP ha un solo obiettivo: "Voglio vincere, non importa come".

21 febbraio 2020 - 20:55

Marc Marquez ha blindato il suo futuro con Honda fino alla fine del 2024, quando raggiungerà i 31 anni di età. Il rinnovo quadriennale è un caso unico nella storia della MotoGP. Non importa come e con chi. La priorità del fenomeno di Cervera è vincere, magari raggiungere i 15 titoli mondiali del leggendario Giacomo Agostini. Il campione sorprende in pista e fuori, nessuno avrebbe mai pensato ad un prolungamento quadriennale. Una mossa che costringe gli altri costruttori a rinunciare al sogno di avere dalla propria parte il miglior pilota del momento. “Prima di tutto sono molto felice“, ha detto alla vigilia del test di Losail. “Il rinnovo di quattro anni con HRC ovviamente è qualcosa che nessuno si aspettava“.

MARC-HONDA PROGETTO A LUNGO TERMINE

Una scelta di cuore oltre che economica. Una grande riconoscenza al team che ha creduto in lui dal suo esordio in MotoGP nel 2013 e con cui ha vinto sei titoli in sette anni. “Con un progetto così lungo si cerca una base tecnicamente sicura – ha aggiunto Marc Marquez-. Credevamo da entrambe le parti che ci avrebbe dato la tranquillità di concentrarci sul nostro obiettivo principale, che è quello di vincere“. Se Yamaha ha stupito il mercato piloti MotoGP aprendo le danze, Honda ha risposto con una mossa degna di altrettanto stupore. “L’idea è venuta a HRC, mi è piaciuta e abbiamo iniziato a parlarne. Abbiamo cinque anni per lavorare insieme soprattutto nella parte tecnica e Honda è la migliore fabbrica in questo settore. È il modo migliore per stare tranquilli, ci dà una fiducia speciale tra noi per concentrarci sul progetto, migliorare la moto e la mia guida“.

Nessuno stimolo di cercare fortuna altrove. Marc Marquez non si pone questo problema, almeno fino al 2024. “Non mi interessa molto, seguo il mio istinto e ciò che voglio. Non mi interessa come e chi, quello che voglio è vincere ed è l’obiettivo principale. Trovare il miglior progetto a livello tecnico per raggiungere i miei obiettivi e questo è Honda. Ci sono molte leggende nella storia che sono state nello stesso team per tutta la loro carriera, e non è successo nulla. Seguo il mio istinto e quello che sento è che HRC è la miglior fabbrica per vincere“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “350 km/h al Mugello è una sensazione unica”

MotoGP, Andrea Iannone e Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò: “Aprilia avrà presto un team satellite”

Moto2 - Mistral 610 - Tech3

Moto2, la tecnica: la sfida mondiale della Mistral 610 del team Tech3