MotoGP, Marc Marquez e Fabio Quartararo

MotoGP, Marc Marquez: “Vittoria fortunata, Pecco era più forte”

Marc Marquez incassa la terza vittoria nella stagione MotoGP 2021. Il pilota Honda riconosce un pizzico di fortuna nel successo di Misano.

24 ottobre 2021 - 15:45

Terza vittoria di Marc Marquez in questa stagione MotoGP. A Misano un pizzico di fortuna ha contribuito a questo successo, ma il secondo posto di Pol Espargarò conferma che Honda è sulla strada giusta. L’obiettivo di quest’anno era salire sul podio di un circuito di destra e il Cabroncito l’ha centrato in pieno, su un terreno non particolarmente favorevole alla RC213V.

Alza il braccio dopo il traguardo, a dimostrazione che il vero campione sta ritornando. “Sono molto contento per me e per il team, per i giapponesi è importante questo risultato. Volevo vincere su un circuito di destra, con un passo buono abbiamo vinto. Pecco era più forte di noi, ma la fortuna era con noi. Ma oggi è il giorno di Fabio Quartararo che è campione del mondo“.

Mentre è in sala stampa scorrono le immagini della premiazione di Valentino Rossi, per l’ultima volta davanti al suo pubblico. “Guardavo il saluto di Valentino Rossi… E’ stata una carriera storica, ha portato tanto alla MotoGP“.

Marc si riscalda per il 2022

Come commentare questa vittoria di Marc Marquez? Reduce dal successo di Austin riesce a fare una doppietta consecutiva. “Abbiamo girato tutto il week-end sul bagnato e il braccio non si è stancato. Oggi era fresco, dinamico, girando dietro Pecco ero arrivato al limite e non riuscivo a tenere il passo fino alla fine. Mi ero rassegnato al secondo posto, ma la fortuna ci ha aiutato. Più importante questa vittoria che quella di Austin, perché qui ho fatto più fatica in passato. Giovedì volevo fare un podio e l’abbiamo fatto. Vedremo cosa succede a Portimao“.

Per il futuro Marc prevede un campionato sempre più agguerrito con dei rivali assetati. Pecco Bagnaia in particolare, dopo il titolo MotoGP sfumato nel finale di stagione. “Vedo una MotoGP giovane, quindi sarà una continua evoluzione. Quartararo e Bagnaia saranno più forti, quindi dobbiamo lavorare su me e sulla moto per lottare per il campionato. La seconda parte del 2021 è importante per partire bene nel 2022 – conclude Marc Marquez -. Vediamo se il prossimo anno riusciremo a lottare con il campione“.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

FRA 1988
16:22, 24 ottobre 2021

Marquez fa lo stesso gioco psicologico di Rossi dei tempi d’oro. Quando ce l’hai vicino è temibile più di chiunque altro e 85 vittorie ne sono la prova. Bagnaia sotto pressione deve ancora crescere parecchio.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022