Marc Marquez e suo fratello Alex

MotoGP, Marc Marquez: “Valentino continuerà, Lorenzo torna presto”

Marc Marquez in conferenza stampa dal Montmelò. Tanti temi trattati: corsa al Mondiale, eventuale ritiro di Valentino Rossi, l'infortunio di Jorge Lorenzo.

28 luglio 2019 - 4:33

Marc Marquez e suo fratello Alex hanno chiuso il primo tempo del Motomondiale in testa nelle rispettive classi. Secondo i pronostici potrebbero ripetere l’impresa del 2014, quando entrambi si aggiudicarono il titolo mondiale, Alex in Moto3 e Marc in MotoGP. Sabato i due fratelli di Cervera hanno partecipato all’Allianz Nihgt Run sul circuito del Montmelò, evento benefico che ha permesso di raccogliere 6mila euro in favore dei bambini catalani senza famiglia.

MARC MARQUEZ E GLI AVVERSARI

La pausa estiva ha visto Marc Marquez protagonista su giornali e web, additato come già vincitore del sesto Mondiale in classe regina. 58 i punti di vantaggio sul primo inseguitore Andrea Dovizioso, otto podi su nove, altre 10 gare fino a Valencia. Ma il Cabroncito odia sentir parlare di campionato scontato, “non c’è niente che mi rende più arrabbiato“. Con avversari ‘classici’ come Ducati e piloti in ascesa come Vinales, Rins e Quartararo non c’è da stare troppo tranquilli. La prima preoccupazione resta Andrea Dovizioso, ma non è l’unica: “Dovizioso è il più costante in questo momento, ma i più veloci sono anche Fabio Quartararo e Álex Rins sono lì e vorranno migliorare. Sono sicuro che nessuno si è arreso e nemmeno io“. Nelle restanti gare “continueremo con la stessa mentalità, come dalla prima gara, per ottenere il 100%. Può succedere di tutto, non siamo nemmeno a metà campionato“.

LE CHIAVI DEL SUCCESSO 2019

Il segreto del successo è la maturazione personale, il minor numero di errori, una Honda RC213V ancora più competitiva. “Sto maturando, sia in pista che nella vita. Sono in MotoGP da sei stagioni e ogni anno impari qualcosa, impari a controllare i tempi, la strategia e le emozioni“. Nel 2019 ha registrato appena sei cadute, una sola in gara (ad Austin): “Non sono caduto molto ma ho fatto molti salvataggi. Cerchiamo sempre di ottenere il 100%, ho più esperienza e questo ti aiuta a gestire meglio le situazioni per capire quando non devi sempre andare al limite“. Il nuovo motore fa il resto, ma l’evoluzione prosegue con un obiettivo certo non facile: “Vogliamo una Honda facile da guidare per tutti“.

MARQUEZ E I TORMENTONI DELL’ESTATE

Nelle ultime settimane ha fatto scalpore la notizia di un possibile ritiro anticipato di Valentino Rossi. Notizia smentita da Alberto Tebaldi su CdM, cui Marc Marquez non ha mai creduto. “Rossi proseguirà. Penso che qualsiasi pilota in grado di salire su una moto a 350 km/h ha l’ambizione e la concentrazione per continuare a correre“. Riguardo al suo compagno di squadra, Jorge Lorenzo, che salterà Brno e Spielberg: “Le cose non stanno andando come si aspettava, sicuramente. Arrivare in Honda significa già una pressione aggiuntiva per qualsiasi pilota, perché è una moto vincente. Ma dall’interno della squadra – ha ammesso Marc Marquez – vogliamo che si riprenda presto e possa contribuire con i punti per il campionato costruttori“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Valentino Rossi

MotoGP, Dovizioso: “Valentino ha più talento di Marquez”

Cal Crutchlow

Crutchlow: “Concordo con Lorenzo, ma voglio continuare con Honda”

motogp michelin

MotoGP, Motegi: Michelin, sfida su un tracciato ‘stop&go’