MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez ritorna in sella: “Un altro piccolo passo”

Marc Marquez, sei volte campione MotoGP, ritorna in sella ad una bici dopo il doppio intervento all'omero. In casa Honda attendono il suo ritorno in pista.

16 settembre 2020 - 22:11

Marc Marquez torna in sella dopo l’infortunio rimediato nella prima gara MotoGP a Jerez. Non in pista sulla sua Honda RC213V, ma in mountain bike per le strade della sua Cervera. L’otto volte campione, operato per due volte all’omero, fa grandi progressi e punta a ritornare in griglia entro la fine di questo Mondiale.

Nei giorni scorsi ha iniziato con il footing, oggi è iniziata una seconda fase di allenamento in bicicletta. Poco più di un mese fa, Marc Marquez ha annunciato attraverso la sua squadra la sua decisione di concentrarsi sul recupero per tornare alle competizioni nelle migliori condizioni. Resta ancora incerta la data: sia il Cabroncito che Honda non vogliono accelerare i tempi stavolta. L’obiettivo è averlo nelle migliori condizioni per la stagione MotoGP 2021, anche a costo di rinunciare a questo campionato.

L’attesa per il ritorno del campione

Il campione iberico ha postato un’immagine sui social network mentre rimonta in bicicletta dopo molte settimane e commenta: “Un altro piccolo passo, un’ora di pedalata“. Sebbene Marc Marquez compaia in ottima forma c’è un dettaglio che attira l’attenzione, già apparso in un’altra immagine che aveva condiviso in precedenza. L’otto volte campione del mondo indossa una vistosa protezione al braccio destro infortunato, che va dalla spalla al gomito del braccio destro, ed è fissata con nastri che fanno il giro della schiena e del petto.

La sua assenza nel box Honda si sta facendo sentire. I vari Cal Crutchlow, Alex Marquez e Takaaki Nakagami non riescono a spingere la RC-V al limite. Il setting utilizzato dal fenomeno di Cervera non è impiegabile dagli altri, il suo stile di guida è unico e irripetibile. L’evoluzione del prototipo è sempre stato incentrato intorno al sei volte campione MotoGP, tanto da rendere vani gli sforzi dei suoi colleghi di marca, finora mai saliti sul podio nelle prime sei gare della stagione 2020 di MotoGP. Il suo ritorno servirà a capire quanto sia davvero competitiva la moto dell’Ala dorata.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Stagione pazza, ci servono punti”

moto2 gardner

Moto2: Remy Gardner ci prova, operazione rientro in Catalunya

motogp misano 2020

MotoGP: i numeri di un doppio GP ‘pubblico’ a Misano di grande successo