marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez può puntare a riprendersi il COTA?

Marc Márquez per la prima volta in prima fila quest'anno. Tanti aspetti da gestire in gara, ma sarà un atteso protagonista, motivato anche da una 'scommessa'.

3 ottobre 2021 - 11:32

Sono passati 441 giorni dall’ultima volta che abbiamo visto Marc Márquez in prima fila. Ad Austin, su un suo ‘circuito talismano’, eccolo di ritorno con la terza casella in griglia, dietro ai lanciatissimi Bagnaia e Quartararo. Il sei volte vincitore del GP delle Americhe verrà spodestato di nuovo? Nonostante sia uno degli osservati speciali per questo GP, il pluricampione MotoGP mantiene lo stesso mantra espresso per tutta questa stagione, vista una condizione fisica ancora lontana dall’ottimale. Oltre ad affrontare una pista non proprio semplice quest’anno, un altro fattore determinante per la corsa.

“Uno dei nostri punti deboli è il giro secco” ha ammesso Marc Márquez a qualifiche concluse. “Stavolta però siamo riusciti a gestire tutto al meglio.” Ecco quindi spuntare il sorriso per una prima fila che, per i suoi standard pre-infortunio, mancava da tantissimo. E senza cercare troppo la scia di qualcuno. “Faccio sempre del mio meglio. A volte mi serve una scia o qualche aggiustamento a livello di stile di guida, ma qui mi sento bene. Ho qualche difficoltà solamente in tre curve, mentre nel resto del circuito riesco a guidare a modo mio. L’esatto contrario per esempio di Misano… Da dire anche che questa è una pista con molte curve a sinistra, adesso la differenza si nota molto di più.”

Q2 senza rischi ed una scommessa da rispettare

Un turno di qualifiche senza correre troppi rischi. Il tempo è arrivato con le prime gomme, preferendo non esagerare poi in seguito. “Siamo usciti di nuovo quasi al limite come tempo, con me c’erano Jack, Nakagami, Pol e credo qualcun altro. Vista la posizione in classifica non aveva senso spingere troppo, mi ero già preso qualche rischio e non volevo andare oltre.” Pensando soprattutto ad una gara che si preannuncia lunga e complicata. “Dovremo gestire la moto, le gomme, le buche e la condizione fisica” ha sottolineato Márquez. “Ho un buon passo, ma c’è chi è messo meglio di me. Come ad esempio Miller: è indietro, ma può risalire e cercare di vincere la gara.”

Ma come detto, molti lo vedono tra i protagonisti di questa corsa. Certo ci torna in una situazione diversa, ma l’alfiere HRC non si tirerà indietro. “Vediamo se riesco a realizzare una partenza accettabile e come si comporteranno le gomme all’inizio” ha precisato. “Le buche ci sono e non sarà facile, ma con pneumatici usati le sensazioni sono molto buone.” C’è poi una ‘scommessa’ fatta con il campione AMA Pro Motocross MX250 Jett Lawrence. “Se vinco, mi mangio una ciambella sul podio” ha ricordato Marc Márquez ridendo. “Ma lo farò anche se dovessi chiudere sul podio senza vincere, sarebbe lo stesso un bel risultato!”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: HRC Media

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pecco Bagnaia, fan club

MotoGP: Misano non sarà solo giallo, decolla il Pecco Fan Club

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: l’ultimo mese in marcia trionfale

mattia casadei moto2

Moto2: Mattia Casadei, esordio con Italtrans nel GP a Misano-2