marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez: “Non abbiamo nulla da vincere né da perdere”

Marc Márquez riparte non ancora al top della forma. Si mostra contento del lavoro di Honda e della wild card di Pedrosa. E cita l'olimpionica Simone Biles come esempio da seguire.

5 agosto 2021 - 16:54

Comincia la seconda parte di stagione MotoGP, continua il percorso di recupero di Marc Márquez dopo l’importante infortunio del 2020. Non è un processo semplice, serve ancora tempo per riavere il campione di Cervera al top della forma. Così come si continua a lavorare alacremente per riportare Honda agli antichi fasti, viste le difficoltà attuali evidenziate all’unanimità dai quattro piloti. Guarda anche con soddisfazione al ritorno in pista dell’ex compagno di box Dani Pedrosa, wild card in questo evento in Stiria. Oltre a parlare di gestione della pressione per gli atleti, sull’esempio dell’olimpionica Simone Biles.

Non ancora al 100%

“Sto tornando alla mia vita ‘normale’, ovvero moto combinata con la palestra” ha dichiarato il pluricampione MotoGP alla vigilia delle prime libere al Red Bull Ring. Sottolineando che “Non ho fatto però del vero motocross, solo qualcosa di più ‘leggero’.” Il fisico infatti non è ancora a posto. “Quando sono tornato dalle vacanze mi sentivo bene, ma appena messo il braccio sotto stress ho risentito un po’ di dolore. Anche se più a livello di muscolatura: il dottore mi aveva avvisato, il braccio si deve riadattare alla moto, così come la spalla. Sono convinto però che andrà molto meglio rispetto ad Assen.” Ha ben chiari gli obiettivi per la seconda parte di stagione. “Devo ritrovare maggiore costanza, avvicinarmi alle prime posizioni e tenermi lì. Una volta fatto questo, devo continuare a fare passi avanti, sia per quanto riguarda me che a livello di moto. Certo vorrei lottare sempre in top 5 e per il podio, ma questo si vedrà.”

Honda al lavoro, il ritorno di Pedrosa

Riguardo Honda, “Non hanno fatto vacanze! Stanno lavorando tantissimo, vogliono reagire e di questo siamo grati. vedremo come andremo in seguito, ma intanto avremo cose da provare di elettronica, chassis… Non abbiamo nulla da vincere né da perdere. Affronteremo i GP pensando al futuro, cercando anche un buon risultato la domenica.” Si mostra poi entusiasta della wild card dell’ex collega Dani Pedrosa. “È certo molto bello per il campionato avere una wild card del suo calibro come pilota KTM. È ben rodato, ha fatto un test ad Aragón e e qui la KTM va bene. sorprenderà più di una persona, ma certo non gli si può chiedere di vincere subito! certo, chissà… Ma gli auguro soprattutto di divertirsi, senza quella pressione sentita per tanti anni.”

“Biles ha mostrato come ci sentiamo noi atleti”

A questo proposito gli si chiede anche di Simone Biles, che ha fatto molta notizia in questi giorni. “È una grande atleta con un bel carattere per prendere quella decisione” ha sottolineato Márquez. “Alcuni atleti accettano tutto e cercano di gestire la situazione al meglio. Lei ha mostrato come realmente ci sentiamo noi atleti qualche volta.” Ricorda anche la sua situazione. “Ad esempio si aspettavano che io tornassi e vincessi subito! Ho fatto fatica e subito ci sono stati tanti commenti… Devi credere nelle persone attorno a te e se sei fortunato ti aiutano.”

Evidenzia anche la differenza alle Olimpiadi. “È tutto in un giorno, in un attimo, e c’è ancora più pressione. Persone bravissime in allenamento poi fanno fatica in gara. Lei è stata coraggiosa a fare quella scelta, la rispetto, è un modello di riferimento. conosco la sua storia, so cos’ha passato e capisco che tutto quanto possa influenzare.” Non manca anche un commento sui social. “Influenzano molto, soprattutto i giovani talenti. Bisogna dividere, dimenticarsi per esempio dei social, cosa che ho fatto anche io nella mia situazione.” 

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”