MotoGP, Marc Marquez: “Nessuna previsione per l’inizio di stagione”

Marc Marquez festeggia il compleanno con il motocross. Il campione MotoGP pronto per il test a Losail per seguire l'evoluzione della Honda RC213V.

18 febbraio 2020 - 9:34

Non poteva esserci miglior regalo di compleanno per Marc Marquez che un giro in moto da cross. Dopo il deludente test in Malesia, il campione MotoGP sembra migliorare a vista d’occhio dopo l’operazione alla spalla destra. Il suo manager Emilio Alzamora ha escluso categoricamente la notizia di un possibile secondo intervento di riparazione. La riabilitazione procede, come un anno fa,  dopo essere intervenuti sulla spalla sinistra. Il fenomeno di Cervera ha festeggiato i 27 anni sulla pista sterrata di Rufea. “Non potevo avere un regalo migliore di una MX dopo tre mesi“.

TEST A RILENTO PER LA FORMICA ATOMICA

Dopo l’intervento dello scorso novembre Marc Marquez è tornato in moto pochi giorni prima del test IRTA a Sepang, ma le condizioni precarie lo hanno portato a cadere per due volte. “Purtroppo non potevo usare il gomito destro come volevo“, si è giustificato l’otto volte iridato. Ha dovuto inoltre rallentare lo sviluppo della nuova RC213V, delegando in parte a Cal Crutchlow la raccolta dei dati per gli ingegneri HRC. A Losail vuole esserci, ha lavorato duramente con il suo fisioterapista in questi otto giorni, dal test MotoGP in Qatar si cercano alcune risposte necessarie: “Perché a Sepang ero in una condizione in cui non potevo dare informazioni precise sulla moto“.

Il pilota britannico del team LCR Honda ha lamentato uno scarso feeling con l’avantreno della moto, ma per lavorare sul telaio ci sarà ancora tempo. In vero in casa HRC e nel box della Formica Atomica hanno giocato d’anticipo, delegando la specifica del motore al campione MotoGP nei test in Valencia e a Jerez, cioè prima di finire sotto le mani del dott. Mir. C’è stato così tutto il tempo per inviare le parti in produzione, perché di questi tempi apportare modifiche al motore sarebbe temporalmente impossibile. A Sepang non ha mai girato per più di sei giri consecutivi e dopo la pausa pranzo è stato necessario ricorrere alle cure della Clinica Mobile. “Sono costretto a restare paziente“, ha commentato Marc Marquez. “Per adesso non posso fare previsioni per l’inizio della stagione“. Ma a Losail avrà le idee più chiare.

1 commento

Max75BA
12:33, 18 febbraio 2020

Dovi e Vinales (forse Rins…) dovrebbero essere i suoi avversari più quotati quest’anno, vedremo se sarà “penalizzato(!¿!!!)” per l’inizio di stagione dal suo infortunio…resta “paurosamente” favoritissimo anche quest’anno…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP, Crutchlow scopre le carte: “Con Honda è finita, Aprilia stimolante”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e Yamaha Petronas: ipotesi contratto biennale

MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP: Il destino di Andrea Iannone, Cal Crutchlow e il potere degli sponsor