MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “La routine per superare la quarantena”

Il campione di MotoGP Marc Marquez detta la sua ricetta per superare la quarantena nel modo migliore: "Ogni cosa alla sua ora"

17 aprile 2020 - 18:29

La quarantena rende tutti uguali, almeno sul piano delle abitudini. Compreso il campione della MotoGP Marc Marquez, costretto nella sua casa di Cervera che condivide insieme al fratello Alex. Poco importa se il tuo nome è celeberrimo, le misure di isolamento sono obbligatorie per tutti. Ancor di più per una star che rischierebbe di vedere infangato il suo nome in caso di violazione delle regole. Ne sa qualcosa il pilota della Honda, attaccato sui social per una battuta sui cani interpretata male…

Ed ecco che le giornate di Marc Marquez si susseguono in base ai ritmi della routine, tra pratica di cucina con esito fallimentare (rimedia anche qualche scottatura) e serie TV. I due fratelli catalani sono ormai appassionati a ‘La casa di Papel’, ognuno con i suoi ritmi. Marc è alla terza stagione, Alex alla quarta. Scenari ben differenti da quelli abituali, fatti di allenamenti in moto da cross, competizioni in pista sui tracciati di tutto il mondo, a lottare per le posizioni di vertice. Ovviamente, nel loro tempo libero c’è tempo anche per i videogiochi.

ROUTINE E ATTESA IN CASA MARQUEZ

I fratelli Marquez sanno come divertirsi e hanno, ad esempio, un simulatore di Formula 1. La loro console di videogiochi preferita è la Playstation, che usano per allenarsi con l’ultima versione del gioco MotoGP. Tuttavia, Marc non è bravo come in sella alla RC213V. In questo è più veloce Alex, che vanta una vittoria e un podio nel campionato virtuale. Infine c’è la preparazione fisica, tra esercizi cardio e per la muscolatura. “Uno dei metodi che sto usando per passare questa quarantena è quello di provare ad avere una routine… Cerco di avere una sveglia, un’ora per allenarti, un’altra ora per svolgere le faccende, un’altra ora per giocare, un’altra per mangiare. In questo modo segui un ordine e personalmente mi aiuta e mi piace“.

Difficile immaginare quando si potrà tornare alla normalità. Probabilmente dal prossimo mese sarà possibile allenarsi all’aperto. Più difficile programmare un inizio di stagione MotoGP. “Nel migliore degli scenari non prima di agosto o settembre“, ammette Marc Marquez in una live con Joaquin. “Anche se vogliamo pensare positivo dobbiamo essere cauti. Non può succedere dall’oggi al domani“. Il chiodo fisso resta l’assalto al titolo mondiale, ma inutile pensarci adesso. “Certo, ci proverò, ma ora la cosa più importante è tornare a una situazione normale passo dopo passo. Lavoreremo per questo“. La spalla migliora progressivamente, non c’è altra possibilità che attendere la prima sfida ufficiale contro suo fratello Alex. “Non vedo l’ora di gareggiare contro di lui e correre in MotoGP. Sarà un altro rivale in pista e sarà molto bello“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp catalunya

MotoGP, Andrea Dovizioso: “La stagione in un certo senso inizia adesso”

motogp le mans

MotoGP, arriva l’OK in Francia: 5000 spettatori per la domenica a Le Mans

marc marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez, visita al box Honda nel Gran Premio di Catalunya