Marc Marquez campione MotoGP

MotoGP, Marc Marquez: “Il mio prossimo rivale è Fabio Quartararo”

Marc Marquez analizza il suo successo in MotoGP: "Ci vuole talento, ma anche sacrifico. In gara guardo i rivali. Voglio vincere e far divertire".

11 dicembre 2019 - 10:15

Marc Marquez non potrà tornare in sella prima del prossimo mese a causa dell’intervento alla spalla destra. Avrà a disposizione poche settimane per prepararsi al primo test MotoGP 2020 in Malesia. Uno schema di lavoro già seguito un anno fa in occasione dell’operazione all’altra spalla. Nulla che possa compromettere il prossimo campionato, visto come è andata nel 2019. 12 vittorie, 6 volte al secondo posto e un solo errore ad Austin mentre si avviava alla vittoria.

Il fenomeno di Cervera è arrivato a quota 8 titoli iridati e si appresta ad eguagliare il traguardo storico di Valentino Rossi. “C’è talento, ma soprattutto lavoro e sacrificio – ha detto alla rivista del RACC -. Il talento è importante però devi lavorare e sforzarti ogni giorno, altrimenti gli altri piloti ti passano davanti. È anche vero che il motociclismo professionale è diverso da qualche decennio fa e ora tutti ci prepariamo a fondo per il fine settimana del GP“. La scia consequenziale di trionfi non gli consente neppure di metabolizzare l’impresa leggendaria che sta scrivendo. “Credo che sarò cosciente di ciò che sto facendo quando mi ritirerò. Ci sarà tempo per vedere tutto ciò che ho fatto“.

Difficile indicare il momento di maggiore felicità in carriera. Ma a volerne trovare una ci sarebbe il week-end di Sepang 2019, quando anche suo fratello Alex è diventato campione del mondo. Il segreto del successo? Polso e mente. “Mantenere la concentrazione è molto importante in moto e un altro fattore molto importante è pensare, in ogni momento della gara, cosa fanno i rivali, cosa fai tu e come gestisci ogni giro“. Trovare nuovi stimoli è sempre una grande impresa personale, ma anche collettiva. “Corro per vincere e fare divertire la gente“.

Dal prossimo anno sarà un “pilota qualunque” in pista, ancora una volta alla pari con gli altri per contendersi il Mondiale MotoGP. “Ogni volta che inizia una nuova stagione penso a vincere il campionato. So che concorrono molti fattori e possono accadere molte cose, ma il mio obiettivo è essere sempre davanti. Essere campione non dà vantaggi, ma solo più pressione e responsabilità“. Chi prevede sia il suo maggior rivale nel 2020? “Sicuramente Fabio Quartararo“.

1 commento

KARAMELLA
14:39, 11 dicembre 2019

Vedi di CADERE un po’ meno altrimenti ti devono INBULLONARE bye bye

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Sono esattamente dove voglio essere”

MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Jack Miller “variabile impazzita” del mercato piloti

MotoGP, Honda in pista a Jerez. Marc Marquez cerca muscoli