MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez convitato di pietra in Qatar

Marc Marquez nelle prime due gare MotoGP in Qatar sarà assente, ma il campione HRC è sulla bocca di tutti. Due zeri non fermeranno il suo assalto al Mondiale.

25 marzo 2021 - 16:20

Marc Marquez grande assente nel primo giorno di MotoGP in Qatar, ma è sulla bocca di tutti. La sua Honda RC213V #93 era sulla griglia per la rituale foto di gruppo, ma il suo alfiere di punta è rimasto a Cervera. Prosegue la lunga fase di riabilitazione, si allena in vista di Portimao, dove finalmente potremmo rivederlo in azione dopo 9 mesi di stop. I medici hanno preferito non prendere rischi e attendere la prossima visita per monitorare l’omero destro. “Abbiamo provato con lui a Barcellona e Portimao, le sensazioni erano buone – ha spiegato Alberto Puig -.  I medici hanno voluto aspettare ancora un po’. Non perché non potesse guidare una moto, ma qui sarebbero due GP di fila, era ancora un po’ troppo eccessivo“.

Nella doppia uscita con la RC213V-S Marc Marquez è stato affiancato da alcuni membri del suo team. Ha girato subito forte, ma diverso è il ritmo gara della MotoGP, lo stress fisico, maggiori le sollecitazioni agli arti superiori. “Non ha dimenticato come si guida una moto. Il vero problema è che i medici vogliono che sia passato il tempo necessario (per la formazione del callo osseo, ndr). Dobbiamo aspettare. Capiamo che iniziare il campionato senza il nostro campione non è il massimo, ma non è la fine del mondo. Avremo tutto il tempo per ritornare alla vittoria“.

Il commento di Ezpeleta e Morbidelli

Nessuna fretta né pressione neppure da Carmelo Ezpeleta, presente in griglia per i saluti iniziali. “Marc può assolutamente aspirare al titolo anche senza essere nelle prime due gare se torna come Dio vuole, ovviamente“. Saltare due gare non gli impedirà di aspirare al titolo MotoGP. “Penso che si possa dire con Marquez, e con chiunque, che nessuno o pochissimi hanno vinto il Mondiale facendo punti in tutte le gare. Prima torna meglio è – conclude il boss della Dorna ad ‘AS’ -. Però credo che abbia fatto bene a procedere con cautela“.

L’assenza di Marc Marquez può servire agli avversari per guadagnare punti preziosi in classifica, ma servirà un buon feeling con il circuito di Losail. Gli equilibri in pista saranno molto ravvicinati e i candidati potenziali al Mondiale compongono una lista corposa. “Ero curioso di vedere cosa avrebbe fatto e penso che abbia preso la strada più sicura. Una decisione abbastanza intelligente – dichiara Franco Morbidelli -. Lo aspettiamo nelle prossime gare, lui e i suoi medici sanno quando sarà pronto“.

L’illusione di Rins

Durante il passaggio a Losail per assumere la prima dose di vaccino, Marc Marquez ha soggiornato nello stesso hotel del team Suzuki. Qui si è incrociato con Alex Rins. “Sono stato sinceramente sorpreso – spiega lo spagnolo -. Ho visto Marc quando è venuto a farsi vaccinare e ho potuto vederlo in palestra. Dopo aver parlato con lui e averlo visto allenarsi, ero convinto che venisse sul circuito del Qatar per la prima gara. Sembrava essere molto in forma. Forse ha notato qualcosa durante i test di Barcellona o Portimao“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

petrucci lecuona motogp

MotoGP: KTM Tech3 a Portimao, ricordando l’impresa di Oliveira…

MotoGP, Marc Marquez a Portimao

MotoGP, Marc Marquez: il fisioterapista racconta il lungo calvario

MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Aprilia-Dovizioso: secondo test al Mugello oppure piano B