Marc Marquez poleman al Mugello

MotoGP, Marc Marquez: “Bastardo? No, questa è strategia”

Marc Marquez respinge le critiche di chi considera la sua manovra su Andrea Dovizioso una 'bastardata': "Siamo nel motociclismo, questa è strategia".

1 giugno 2019 - 17:58

Marc Marquez conquista la 56esima pole position al Mugello, un tracciato dove tutti si aspettavano una sferzata della Ducati. La nuova Honda RC213V sembra non conoscere tracciati sfavorevoli e stavolta il lungo rettilineo della pista toscana non si rivela un punto debole. C’è però malumore nel box Ducati e sugli spalti per quella mossa azzardata, ma regolare, nella Q2 ai danni di Andrea Dovizioso. Con fiuto da volpe sfrutta la scia e rovina un giro lanciato ad Andrea Dovizioso.

I titoli mondiali si vincono anche così. Non sempre vince il più veloce, serve intelligenza, a volte furbizia e un pizzico di malizia. Doti che non mancano a Marc Marquez e l’appellativo scherzoso di ‘bastardo’ non scalfisce il suo sorriso. E rafforza il suo primato. “Qualche volta lo fanno a me, altre lo faccio io, siamo nel motociclismo e questa è strategia“, ha detto a Sky Sport MotoGP. “Qualche volta frenano te, qualche volta cerchi qualcosa di diverso, oggi ho fatto un buon primo giro, ho passato Dovizioso perché ha rallentato un po’. Dopo il secondo giro ho preso la scia e ho fatto una pole importante per me. Non ci vuole il ‘come’, il mio obiettivo era partire dalla prima fila e ci sono riuscito. Stamattina Pol mi ha preso la scia, a Le Mans hanno preso la mia scia, questo è il motociclismo, non ho infastidito nessuno“.

La prima giornata di libere si era chiusa al 6° posto. Non aveva ancora trovato il miglior feeling con la RC213V, ma nelle FP2 non ha mai tentato davvero l’assalto al tempo. Ha preferito studiare il passo gara con gomme usate e giocare un po’ a nascondino. Nell’ultima sessione di prove ha trovato il setting ottimale e nelle qualifiche ha firmato non solo la pole, ma anche il nuovo record del tracciato toscano in 1’45″519. “Durante il week-end abbiamo fatto fatica, la FP4 è andata bene, da lì abbiamo fatto un passo avanti, abbiamo capito bene i pneumatici. Vediamo domani in gara, le Yamaha di Vinales e Quartararo vanno forte, anche Petrucci e Miller, Dovizioso sarà là. Non abbiamo il passo per fare la gara di Le Mans – ha concluso Marc Marquez – ma abbiamo il passo per lottare con loro“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Non sarà facile sostituire Andrea Dovizioso”

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione