motogp

MotoGP: L’Ungheria entra nel calendario 2022?

Il Motomondiale in Ungheria? Siglato un preaccordo per il 2022. La gioia dell'iridato Gábor Talmácsi: "L'ho sempre sperato, è il mio sogno."

13 novembre 2019 - 12:37

Il Motomondiale correrà in Ungheria? Ipotesi per nulla azzardata in ottica 2022. Dorna Sports infatti ha reso noto di aver siglato un preaccordo con il governo ungherese per cinque Gran Premi, da disputare tra il 2022 ed il 2026 su un circuito di nuova costruzione. Questo annuncio precede un contratto che dovrà essere siglato a febbraio 2020 con il promoter dell’evento. Il ministro László Palkovics ha presentato recentemente un programma in Parlamento e la decisione finale verrà comunicata all’inizio dell’anno prossimo. L’ultima gara in Ungheria

Contento per questo annuncio l’ex pilota Gábor Talmácsi, iridato 125cc nel 2007, originario di Budapest. “Ci ho sempre sperato, è il mio sogno. Già nel corso della mia carriera avevo iniziato a lavorare a questo progetto. Sarà una grande opportunità per l’Ungheria e per le nuove generazioni di motociclisti, visto l’aspetto finanziario è sempre un problema per i giovani talenti. C’è ancora tanto lavoro da fare, ma sono sicuro che sarà un grande successo. Sono davvero felice per questo annuncio. Gli ungheresi amano tanto questo sport, per questo mi seguivano in ogni stato in cui correvo: saranno davvero contenti di avere un Gran Premio in casa.”

“Presto un piano per lo sviluppo del motorsport ungherese verrà presentato al governo” ha aggiunto il ministro László Palkovics. “Tanti gli obiettivi e, oltre al successo sul piano sportivo ed all’impatto sul turismo, ne abbiamo bisogno anche in termini industriali.” Conferma l’avvio dei negoziati anche Carmelo Ezpeleta, CEO Dorna. “Il nostro sport continua a crescere ed a svilupparsi in ogni parte del mondo. Una nuova gara in Ungheria è una prospettiva emozionante. Riporteremmo il Motomondiale in un paese con una grande tradizione sportiva.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Sumi: “Sulle gomme di Rossi dobbiamo capirci meglio”

razali stigefelt petronas srt

Razlan Razali (Petronas SRT): “Yamaha contenta del nostro lavoro”

MotoGP, Valentino Rossi e Danilo Petrucci

MotoGP, mercato piloti: Ducati-Yamaha destini incrociati