luca marini motogp

MotoGP, Luca Marini: “Un problema all’anteriore dopo 10 giri”

Luca Marini 18° per un guaio ad una gomma. "Un po' arrabbiato, potevamo fare meglio." Ma guarda ai prossimi GP. "Vedremo se andrò bene subito."

5 aprile 2021 - 10:22

Un bilancio positivo a metà dopo il lungo periodo in Qatar. Luca Marini ha chiuso in 18^ posizione il Gran Premio MotoGP di Doha, con un po’ di rammarico per qualche guaio alle gomme. È dispiaciuto per non essere riuscito ad ottenere risultati migliori, ma nel complesso si dichiara soddisfatto dei costanti passi avanti compiuti finora. Bisogna anche sistemare qualcosa a livello fisico, in preparazione all’approdo su altri circuiti, sui quali avrà ben meno tempo per prepararsi. “Inizia un periodo complicato” ha assicurato, ma il fatto di avere a disposizione una Ducati competitiva per lui è già un bel segnale.

“È bello chiudere questo periodo qui in Qatar, avremo la possibilità di cambiare pista e vedere altri posti.” Allineandosi al pensiero comunque, anche il rookie Esponsorama Racing non vede l’ora di correre su differenti circuiti. Prima però per tutti un po’ di riposo a casa. “Adesso tornerò a Tavullia e mi mangerò una bella pizza! Mi manca… Poi ricomincerò ad allenarmi più duramente, oltre ad iniziare a studiare per Portimao. Ho imparato molto, oltre a capire in quali aree devo concentrarmi di più in palestra.” Riguardo le settimane in Qatar, “Il feeling con la moto è migliorato. Ho imparato molto anche sulla gestione delle gomme.”

Ma sfortunatamente è stata proprio una gomma a complicargli la gara. “Ho avuto un problema all’anteriore dopo dieci giri, ha cominciato a calare sul lato destro. Io ho cercato di gestire al meglio per salvarla, ma negli ultimi sei giri è andata ancora peggio ed è stato molto difficile tenere la moto. Sono un po’ arrabbiato, mi sentivo bene questo weekend ed avrei potuto ottenere un risultato migliore.” Il bilancio è nel complesso positivo. “Siamo partiti indietro, adesso siamo ad un buon livello.” E guarda ai prossimi appuntamenti su circuiti molto diversi. “Sarà interessante, la prima volta con una MotoGP su un tracciato differente da Losail. Lì vedremo il distacco dai primi e se riesco subito a trovarmi bene o se ci sarà un po’ di lavoro da fare.”

Non nasconde un’altra punta di rammarico. “Adesso secondo me inizierà un periodo un po’ più complicato, anche per questo avrei voluto fare meglio in Qatar.” Ma guarda con ottimismo alle prossime tappe, grazie anche alla moto a sua disposizione. “La Ducati è una moto molto competitiva, con gli aggiornamenti sarà ancora meglio. Anche l’anno scorso andava bene ovunque, almeno con un pilota, e questo è positivo. Possiamo ottenere buoni risultati su ogni pista.” A livello personale, “Ci sarà da lavorare. Cercherò di arrivare il più preparato possibile al prossimo GP, non avremo molto tempo per lavorare in pista.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Morbidelli: “Valentino Rossi mi ha insegnato a migliorarmi”

david salvador moto3

Moto3: Snipers Team, c’è David Salvador per il doppio GP in Austria

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, mercato effetto domino: Danilo Petrucci-KTM è addio