MotoGP, Luca Marini e Valentino Rossi

MotoGP, Luca Marini: “Per Valentino Rossi ci sarò sempre”

Luca Marini prova a immaginare le sensazioni post Valencia, l'ultima gara di Valentino Rossi. E ricorda la prima sfida alla Playstation...

22 ottobre 2021 - 11:43

Luca Marini ha 18 anni in meno di suo fratello Valentino Rossi. Due diverse generazioni che hanno avuto la fortuna di incrociarsi in MotoGP, nell’ultima stagione del fratello maggiore nel Mondiale. Un sogno familiare divenuto realtà. A Misano c’è una vena di nostalgia per l’ultimo Gran Premio italiano del Dottore, ma sarà a Valencia che inizieranno a rendersi conto che tutto è finito. “Per me è un po’ diverso rispetto agli altri piloti e appassionati che vivranno quel momento con molta emozione. Sinceramente non so cosa aspettarmi – dice il rookie Ducati -, devi vivere quel momento lì, cerco di non pensarci, vedrò dopo la gara di Valencia come sarà. E’ un momento difficile perché se ne va la persona più influente, il pilota più forte di sempre“.

Ricordi di famiglia

Una svolta storica per il paddock della MotoGP, un profondo cambiamento esistenziale per Valentino Rossi e i suoi collaboratori e amici più fedeli. Valencia sarà da vivere senza troppe riflessioni, toccata e fuga per ritornare quanto prima a Tavullia. Da lì si pianificherà il futuro del 42enne in procinto di dedicarsi alle corse automobilistiche. “Cercherò di stargli vicino, se ne ha bisogno, perché lui ha molta esperienza in ogni campo, anche se questa sarà una sensazione mai provata. Ma se ha bisogno di una spalla io ci sarò sempre“, assicura Luca Marini.

Il loro rapporto non è stato sempre facile, soprattutto all’inizio. La differenza di età li ha tenuti distanti, fino a quando le moto non li hanno legati indissolubilmente. “Ricordo la prima volta che abbiamo giocato insieme alla Playstation, io ero sempre in salotto, lui ritornava e andava nella sua stanza… La differenza di età è tanta, quindi non era facile all’inizio il nostro rapporto. Crescendo ci siamo avvicinati molto, quello fu un bel ricordo che ho impresso in mente. Abbiamo trascorso tanto tempo insieme quando ho iniziato ad allenarmi insieme a lui e spero di passarne altrettanto“.

Fratelli diversi, ma non troppo. In certi atteggiamenti del corpo si riscontrano molte somiglianze, insieme condividono anche gran parte del tempo libero. Valentino Rossi chiuderà l’avventura in MotoGP, non sarà facile abituarsi all’idea, ma la leggenda continua. Luca Marini prova a dargli un consiglio: “Deve continuare a divertirsi, quello che ha fatto la differenza è la sua passione. Non ho mai conosciuto un pilota con la sua stessa passione. Non si è fatto mai mancare nulla, ha cercato di godersela al meglio“.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022