savadori aprilia motogp

MotoGP, Lorenzo Savadori verso l’esordio: “Adattarsi ad un lavoro diverso”

Lorenzo Savadori tra test e debutto MotoGP con Aprilia. Appena conclusi due giorni a Jerez, ora è in viaggio verso Valencia. "Devo imparare tanto, sarà tutto nuovo."

4 novembre 2020 - 11:23

Un volto nuovo è pronto per il suo esordio in quest’ultima tripletta MotoGP. Lorenzo Savadori infatti affiancherà Aleix Espargaró in Aprilia Racing Team Gresini per il doppio round a Valencia ed infine a Portimao. Ma prima il fresco campione CIV Superbike ha macinato qualche chilometro in più in sella alla RS-GP: l’abbiamo visto infatti attivissimo per due giornate di test privati a Jerez de la Frontera, condividendo la pista anche con Max Biaggi. Venerdì si comincia a fare sul serio, a partire dalle prime libere al Circuit Ricardo Tormo.

“Abbiamo lavorato tantissimo in questi ultimi due giorni” ha raccontato Lorenzo Savadori a Corsedimoto. Prima del suo esordio MotoGP infatti ha ripreso il suo ruolo di tester Aprilia. “Ci siamo concentrati sullo sviluppo e sull’acquisizione dati, mettendo a referto parecchi giri. È stato un lavoro prettamente da collaudatore, abbiamo concluso due giorni belli.” Come accennato inizialmente, in azione assieme a lui anche Max Biaggi. “È stato bellissimo girare con lui” ha commentato ‘Sava’. “Un grande pilota ed una grande persona.”

Il suo debutto nella classe regina del Motomondiale è sempre più vicino. “Certo sarà tutto diverso: lavoreremo soprattutto sulle mie richieste per trovare il maggior feeling possibile con la moto.” Il pilota di Cesena pronto per competere in una categoria tutta da scoprire. “Devo imparare tanto e cercherò di dare sempre il massimo, ma siamo consapevoli del fatto che mi mancano chilometri. Dobbiamo cercare di capire questa categoria e di migliorare turno dopo turno.”

Sottolinea anche il fatto che “Servirà abituarsi ad un tipo di lavoro differente. Per esempio avrò due moto, cosa che non mi è mai capitata nella mia carriera. Sarà tutto nuovo e diverso.” Un aiuto arriverà dal fatto di correre per due GP consecutivi a Valencia, questo weekend ed il prossimo. “Certo conosco meglio Portimao” ha ammesso. “Ma sicuramente avere due gare sulla stessa pista mi permetterà di sistemarmi al meglio.”

Foto: @foto_snap_shot

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

miller motogp

MotoGP, Jack Miller: “Non potrò mai ringraziare abbastanza Ducati Pramac”

MotoGP, Carmelo Ezpeleta boss Dorna

MotoGP, Ezpeleta: “Calendario 2021 con 18 GP, Marquez senza obblighi”

canet moto2

Moto2, Aron Canet best rookie: “Peccato per la gara, nel 2021 obiettivi più alti”