Jorge Lorenzo a Phillip Island

MotoGP, Lorenzo risponde a Marquez: “Tocco evitabile da entrambi”

Jorge Lorenzo 16° al termine del venerdì di Phillip Island. Il maiorchino interviene sul contatto con Marc Marquez: "Potevamo evitarlo entrambi".

25 ottobre 2019 - 12:05

Nessuna novità per Jorge Lorenzo al termine della prima giornata di libere a Phillip Island. 16° crono alle spalle del neo arrivato Johann Zarco, un gap di 1,8 secondi dal miglior crono e nessun passo avanti tecnico. Ma a mettere un po’ di pepe al venerdì australiano ci pensa un piccolo battibecco con Marc Marquez al termine della FP2. Al termine della sessione i due compagni Repsol Honda si chiariscono nel box e ci mettono una pietra su.

Jorge Lorenzo getta acqua sul fuoco per stemperare la vicenda. “Il tocco poteva essere evitato sia da me che da lui. Potevo evitarlo lasciandolo passare, se avessi guardato indietro prima avrei rallentato per lasciar passare Marc e altri piloti dietro di lui. Ho provato ad andare il più dentro possibile. Non potevo fare altro che essere in quella posizione. Lui, per perdere il minor tempo possibile e fare meno metri, ha cercato di adattarsi molto e ci siamo toccati“. Discussione archiviata, ma a caldo Marc Marquez non sembrava particolarmente gentile nei suoi riguardi. “Sicuramente non aveva intenzione di toccarmi mentre passava, ma ha regolato male la distanza e ci siamo toccati. Se avesse lasciato un margine di 20 centimetri lo avrebbe evitato. Forse avrei perso qualche millesimo o centesimo, ma non ci saremmo toccati“.

Il dato curioso al termine delle prove libere è vedere Johann Zarco e Jorge Lorenzo appollaiati al 15° e 16° posto, dopo essersi alternati più volte le posizioni. Ma il maiorchino assicura che l’arrivo del francese non ha apportato ulteriori stimoli. “Ho cercato di fare del mio meglio con quello che avevo e sapevo. Come in Giappone e tutte le ultime gare. Il massimo che sono riuscito a raggiungere è il sedicesimo“. Per il maiorchino si prevede un’altra gara tutta in salita, su un tracciato per lo più ostile negli ultimi anni. “Sarà una gara complicata. Il mio fisico ha sofferto molto, soprattutto la colonna vertebrale e il collo, a causa della posizione che devi avere su questa pista. Fino alla fine cercherò di ottenere un buon risultato – ha concluso Lorenzo -, ma potrebbe essere una gara strana, diversa dalle altre“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

snipers team moto3 2020

Moto3: Ecco lo Snipers Team con Arbolino e Salač. Obiettivo titolo

MotoGP, Valentino Rossi e Marc Marquez

MotoGP, Rossi o Marquez: chi è l’eroe del corpo a corpo?

MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP, Cal Crutchlow verso l’addio: “Non corro per lo stipendio”