motogp 2019

MotoGP, l’ipotesi: più Gran Premi e format da due giorni?

Calendario MotoGP sempre più fitto, si pensa a qualche cambiamento. Un'idea è ridurre a 2 giorni la durata di un GP. Ipotesi che piace a Davide Brivio e Massimo Rivola.

21 dicembre 2019 - 17:22

L’anno prossimo avremo una stagione da 20 Gran Premi, ma si parla già delle annate successive. Tanti altri paesi si stanno mettendo in evidenza per ottenere un posto nel calendario futuro. Un’ipotesi in particolare è al vaglio degli addetti ai lavori: con l’aggiunta del numero di round stagionali, è possibile rivedere il format, portando da tre a due giorni la durata di un GP? Al momento è solo un’idea, ma si pensa all’eventualità di cancellare il venerdì.

La novità della prossima stagione è la Finlandia, che ospiterà la MotoGP sul nuovo tracciato del KymiRing. Spingono per un posto però anche Indonesia, Brasile e Ungheria, senza dimenticare Portogallo e Vietnam. Il Motomondiale potrebbe seguire la strada della F1 (a quota 22 gare l’anno prossimo), un programma più ampio compensato dalla cancellazione dei test a Valencia e in Qatar.

Dell’ipotesi hanno parlato sia Davide Brivio che Massimo Rivola: sarebbe un modo per compensare il crescente numero di gare. “Quel che è certo è che diventerebbe difficile gestire 22 gare” ha ammesso il Team Manager Suzuki, sottolineando anche il maggiore stress di piloti e personale del paddock. “Forse ridurre la durata di un Gran Premio può essere una soluzione, ovvero comprimere tutto tra sabato e domenica.”

“Da dire che la MotoGP è sempre più popolare” ha continuato Brivio. “Molti paesi chiedono di ospitare una gara, è positivo. Stiamo vivendo un buon momento.” Ci scherza su l’amministratore delegato Aprilia. “Ho lasciato la F1 per avere meno gare!” ha detto Massimo Rivola, che però approva la politica di Ezpeleta, con più Gran Premi e meno test. “Un weekend di due giorni non è male. In realtà l’avevo proposto 10 anni fa in F1, ma hanno scartato l’idea.”

Potrebbero sorgere alcuni problemi di tipo organizzativo. Oltre a Moto3, Moto2 e MotoGP in un unico weekend, ci sono alcune concomitanze stagionali con MotoE, Red Bull Rookies Cup, CEV Moto3, Asia Talent Cup, la nuova Northern Talent Cup, che scatterà quest’anno. Un GP ‘compresso’ al momento è solo un’idea, che comunque andrà discussa. “Un fine settimana da due giorni è una valida possibilità. Inizieremo a parlarne.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Franco Morbidelli, Valentino Rossi, Pecco Bagnaia

Franco Morbidelli: “Se Valentino Rossi fallisce si fermerà”

Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo-Yamaha: l’annuncio a Sepang?

MotoGP, Marc Marquez

Marc Marquez, la voce del padrone in casa Honda